|

Una boccata d’ossigeno per la Lucchese. La Pantera non è morta

Mentre la squadra prosegue la preparazione in vista della delicata sfida interna contro il dinamico Gozzano, le vicende societarie continuano a tenere banco.

Le ultimissime notizie giunte in redazione riguardano i soldi versati nelle casse della societa’ per far fronte ad alcune pendenze in sospeso, vedi staff medico, massaggiatore e trasporti.

Ebbene, la somma versata sul conto rossonero si aggira attorno ai 130mila euro, denari giunti dalla Federazione in virtu’ di crediti che la stessa societa’ rossonera vantava. Altri arriveranno prossimamente.

Una boccata di ossigeno che rassereno un pizzico l’ambiente, gia’ fin troppo funestato da notizie poco rassicuranti e che a volte sarebbe meglio non leggere. Noi non condividiamo le scelte editoriali di altri organi di stampa ed evitiamo da sempre di divulgare notizie relative a manfrine, beghe o minchiate che dir si voglia, relative a questioni interne della societa’.

Siamo altresi’ dell’idea che certe notizie, spesso tirate li a casaccio e senza riprova, servano solo per gettare benzina sul fuoco e, conseguentemente, allontanare gli appassionati dallo Stadio.

Lo ricordiamo, malgrado qualcuno non lo abbia ancora capito e persevera nel ribadire che : la Lucchese siamo noi. La Lucchese, cari amici tifosi della Pantera non siamo noi. Si, certo (chi scrive segue la squadra fin da quando era un moccioso anche in trasferta) siamo noi tifosi la vera anima, la vita, il senso di esistere della gloriosa e storica squadra rossonera, ma non dobbiamo dimenticare che stiamo parlando di un’azienda privata, punto. Da qui non se ne esce, carta canta.

Precisato questo, dico anche che in altre piazze, nonostante le difficolta’ societarie e beghe interne, la stampa locale evita di infierire (a meno di fatti veramente gravi e importanti per i tifosi) sulle vicende societarie. Questo e’ un dato di fatto, e se vi continuate a chiedere del perche’ gli imprenditori lucchesi non si avvicinano alla Lucchese, la risposta l’avete letta adesso.

Queste non sono storielle, ma la triste verita’. Lucca e’ una piazza molto ma molto particolare. Tutti sanno tutto di tutti e troppo volte, specie negli ultimi 10 anni, i tifosi, gli appassionati, pensano piu’ alle vicende societarie che al calcio giocato.

Allora calma e gesso. Andiamo avanti, provando a pensare solo alle vicende calcistiche, a fare il biglietto per andare al Porta Elisa. Le storielle da Novella 2000 lasciamole a chi della Lucchese non gliene frega una beata.
Gente che della Lucchese non frega nulla, solo tifosi di se stessi….

Detto questo, ricordiamo che gestire una squadra in Lega Pro non e’ uno scherzo e a volte si puo’ anche commettere degli errori.
Non vogliamo di certo difendere o giustificare nessuno per i troppi errori commessi nella recente gestione, ma diamo atto che fino ad oggi i giocatori sono stati pagati regolarmente, che la squadra non ha mai saltato una gara e che, tanto per farvi un esempio, il club ha gia’ tirato fuori 10mila euro per far fronte alla trasferta in terra sarda. Una trasferta che vedra’ la squadra fuori Lucca per tre giorni.

www.Tifolucchese.com - Riproduzione Riservata

Url breve: http://www.tifolucchese.com/?p=23863

Pubblicato da il Feb 8 2019. Inserito nella categoria Tuttolucchese, Sotto la lente. Puoi seguire le relative risposte tramite RSS 2.0. Puoi lasciare un commento a questo articolo

15 Commenti per “Una boccata d’ossigeno per la Lucchese. La Pantera non è morta”

  1. Vi siete scatenati tutti che bello ,Certo che la lucchese è una cosa privata e la proprietà può fare quello che gli pare, la fortuna delle città la fanno le società e non i tifosi è una cosa talmente scontata è lampante che basta vedere dove gioca il Bari adesso e dove Sassuolo e Empoli.sinceramente ho la fortuna da 25 anni di seguire la lucchese e di non aver mai fatto di nessun gruppo,di non essere mai andato a cena con nessun presidente dirigente giocatore per me maestrelli, grassi, gioia, fouzi,Giuliani ,giannecchini ,bacci ,Moriconi ,castelli sono tutti uguali tutti ci hanno messo tutto dei soldi (tranne l ultimo non credo) se fanno cose che mi piacciono lo dico ,se fanno per mia opinione frittate idem, così allenatori e giocatori,sono opinioni non fatene una ragione di vita e di morte la lucchese che sia in lega pro o in eccellenza continuerà comunque a giocare . Sinceramente ho sempre apprezzato il vostro spazio ,anche perché rispetto al altri posti non sono mai stato censurato per aver detto un opinione giusta o sbagliata che sia ,detto questo mi permetterai caro tez, che delle vostre battaglie fra orticelli con tizio caio e Sempronio mi perdonerai ma non me ne può fregare di meno sono affari vostri ,io leggo tutto quello che riguarda la lucchese è più spazi fra giornali siti e televisioni anche con opinioni diverse ci sono è più ne beneficia l interesse stesso della cosa ,poi se parli con ognuno di loro ti diranno che loro sono i puri e tutto il resto una mandria di pecoroni, ma pazienza tanto,lo sappiamo che il lucchese è talmente diffidente che il primo nemico è sempre il vicino di casa che attacca il suo orticello , pazienza ce ne faremo una ragione ,per fortuna abbiamo numerosi altri pregi di cui andare fieri del resto basta fare una passeggiata sulle mura per goderci l incanto della nostra città senza inutili guerricciole fra guelfi e ghibellini.

    • Caro Alessio, è pur vero che i gatti adesso non mangiano i topi ma che i topi mangiassero i gatti io non lo avevo ancora visto. Che si voglia tutti parlare di calcio è normale ma se non lo facciamo evidentemente ci sarà un motivo.io facci parte come te di quelle persone che legge di tutto sulla lucchese, alla fine di agosto fa l’ abbonamento al porta Elisa ,quello a sportube per le trasferte e basta, non conosce o frequenta nessuno, non abito a Lucca per cui nemmeno voto il sindaco. Che la lucchese fosse una società privata lo vado dicendo da anni però allora nessuno tiri in ballo il sindaco, lui ha altri ruoli, lui deve pensare ad amministrare la cosa pubblica senza regalare nulla si privati che lucrano. Per cui la lucchese, privata, sia chi sia, tiri fuori i 100.000 euro che deve di affitti e paghi il resto alle scadenze. Se la lucchese è privata e io sono il suo cliente che allora mi consegni uno stadio decente, pulito in maniera decorosa e con i cessi da paese civile. Aggiusti gli altoparlanti di gradinata dai quali, da anni non c’è verso più di sentire le formazioni ei cambi. A me già lo scorso anno andava bene belardelli ( ripeto, io non conosco nessuno), andava bene La cava, grassini, i tre dell’ ave Maria, ma vorrei una società che esiste. Sei il proprietario,allora organizza la squadra e parla. Cosa devi nascondere? Sei in grandi difficoltà? Vai in conferenza stampa o fai un comunicato e dici a città e tifosi quali sono i problemi e come lavori per risolverli, chiedi pazienza e aiuto. Credo che quasi tutti capirebbero e paziente vero. Io ho sempre pensato che lavorare nell’ ombra è tramare e non porta mai bene. È ovvio che non chiedo di sapere i dettagli, ma la politica societaria si, fai vedere che esisti. Moriconi non vuol più saperne, bene evviva. In sei mesi ha cambiato idea. Ha ripreso la lucchese da grassini (a proposito grassini ha interessi in Tanzania, la lega di Bossi portava diamanti in Tanzania, la moglie di grassini per alcuni giorni, da perfetta sconosciuta, fa l’assessore a Siena in quota lega….mah!!!) , Poteva lasciarla dove era, tutto finito e non se ne parlava più. Evidentemente aveva bisogno che la sua uscita fosse più discreta…….
      Riguardo a questo sito , niente da dire,lo leggo e ci scrivo da anni, non mi torna tanto questa virata, tirata di orecchie, ho sempre valutato molto equilibrato chi ci scrive ma quest’ ultima polemica ( a mio parere assurda) mi spiazza.
      Comunque se dobbiamo parlare solo di calcio anche questo articolo è fuori luogo perché informa di cose che non hanno a che vedere con formazioni, infortuni, tattiche, moduli, orari,etc, come fuori luogo è l’ articolo sopra stante che avvisa dei soldi che la lucchese deve dare per la vendita di Rajcevic, sono cavoli della società, sono beghe private di loro a me non deve fregare nulla. Io devo andare allo stadio e giudicare solo la partita che farà la squadra. Come vedete non è mai facile scindere il loglio dal grano di evangelica memoria. Viviamo in una società che se un esquimese starnutisce al polo lo si sa in tutto il mondo, da anni ci propinano trasmissioni TV in cui si guarda dal buco della serratura, inostri politici sono più su fb e Twitter che al ministero, ci dicono pure quando vanno in bagno e noi non dovremmo commentare che la squadra questa settimana di è allenata senza staff sanitario……ma per piacere.

      • livio che aggiungere hai detto tutto te il pensiero unico non ha mai portato nulla di buono per questo continuerò a leggere con piacere tifo lucchese, gazzetta lucchese ,gazzetta di Lucca, lucca in diretta, forza lucchese ,la nazione, il Tirreno e le trasmissioni sportive lucchesi e tutti hanno scritto le lire fregnacce e preso le loro cantonate come e’ giusto che sia perché la verità in tasca non L ha nessuno,in questo momento la lucchese non ha bisogno di scienziati che ti dicono cosa scrivere e fare, se bastasse quello non saremo solo in serie a ma probabilmente in Champions League ,abbiamo bisogno di una proprietà che comunichi le loro intenzioni ai pochi appassionati rimasti e ormai che parlano solo quelli che si vogliono dimettere e’ un dato di fatto e che trovi soluzioni se e’ in grado di farlo ,sennò farà quello che hanno fatto le società che L hanno preceduta le chiacchiere come dice livio stanno a 0.

      • Ciao Livio, se ti riferisci al perche’ gli imprenditori lucchesi non si avvicinano, bene ti dico una cosa. Ho parlato con cari amici di Lucca che avrebbero le potenzialita’ di portare la Lucchese in Serie A. Per anni gli ho stuzzicati, alcuni gli ho tirati in ballo e ho tentato di convincerli ad iniziare a sostenere la societa’ attraverso pubblicita allo stadio, tanto per iniziare un rapporto. Purtroppo, non ne vogliono sapere per i motivi che ho scritto. Questa e’ una realta’ ed e’ il motivo per cui a Lucca gli imprenditori locali non si avvicinano. Questa mi sembra una notizia che non sputtana di certo la Lucchese, tantomeno la politica. Se poi vogliamo fare di tutta un erba un fascio, dico che questa e’ una notizia, quella dell’acqua calda per far le docce, uno sputtanamento. Cordialita’.
        Articolo Raicevic: sono arrivati 130 mila euro dalla lega, di cui 30 sono andati via per un giocatore su cui dovevamo guadagnare… questa mi pare una notizia che non sputtanana di certo la Lucchese, ma l’operato di chi lavorava per la stessa.

        • Io non ho detto che la notizia sputtana qualcuno o che hai fatto male tu a darla. Sei tu che dopo averla data dici che i tifosi debbono occuparsi solo del campo e delle partite. Che la lucchese è una società privata che fa come crede, vende a chi gli pare e facezie simili. Pertanto, stante tale assioma chi paga o con cosa paga a me tifoso non deve fregare,se per l’ affare Rajcevic deve ridare 30000 a me tifoso non frega nulla,se Galli ha fatto affari propri al di fuori di quelli della lucchese, a me tifoso, non frega nulla ( potrei magari pure pensare che hanno fatto a mezzo col presidente di allora, tanto è una società privata e possono fare come gli pare) . Se si sostiene una posizione che può essere anche giusta la sì sostiene fino in fondo. Scriviamo e commentiamo solo di partite,formazioni, arbitri ( scandaloso quello di oggi). Riguardo all’ esempio fatto che se io vendo un’ auto non mi deve interessare se chi compra è un delinquente, importante è che mi paghi, direi che non solo è sbagliato ma quasi blasfemo. Primo perché la lucchese non è un’ auto, cioè un prodotto finito la cui fregatura nella vendita puo’ al massimo essere la bidonata che prende l’ acquirente. La lucchese può essere paragonata solo ad ad una ditta e cioè all’ insieme dei fattori produttivi tenuti assieme dall’ imprenditore. Una ditta ha un ritorno sociale nell’ ambiente in cui è posta, ha assunto obbligazioni verso terzi (affitto locali o macchinari, acquisto materie prime o beni secondari, stipendi) e quindi vendere ad un delinquente o ad un galantuomo ha la sua importanza, proprio nella speranza che il galantuomo faccia la sua parte nella soddisfazioni delle obbligazioni contratte. Del resto non capisco dove sia la paura di Moriconi nel farsi pagare l’ auto/ azienda, visto che il costo pattuito è di un euro. Diciamo le preoccupazioni sono per i creditori, eventualmente. Riguardo agli industriali lucchesi , su questa pagina non ho detto nulla,in fondo pure loro sono aziende private e quindi autorizzate a spendere i propri soldi come vogliono. Quello che io penso, ovviamente opinabile, l’ ho scritto tempo addietro. Se non esiste un programma ambizioso a Lucca arriveranno sempre mezze tacche. Sempre per mio pensare, solo la costruzione di uno stadio nuovo dato in concessione molto lunga, tale da consentire uno sfruttamento remunerativo della struttura, attraverso una pluralità di iniziative, può consentire di puntare ad una B e anche una A che portino risorse aggiuntive importanti, tipo Empoli e Sassuolo. A quel punto il comparto cartario potrebbe davvero muoversi per acquisire la proprietà della squadra. In mancanza di ciò tutto il resto è sopravvivenza.

    • Alessio, non ho mica scritto di non leggere, ho espresso solo la mia opinione, ovvero : sarebbe meglio se certe beghe interne alla societa’ non venissero divulgate sempre. Ci mancherebbe che tu non debba leggere tutto, io faccio uguale, ma lo ripeto: su alcune cose sarebbe meglio tralasciare. Ti faccio un esempio. Prima di internet le notizie sulla squadra le leggivi sul giornale e fuori provincia, salvo partite di livello importante, in tutta Italia. Giusto? Ecco, adesso se non c’e’ l’acqua calda negli spogliatoi dell’Acquedotto lo leggono in tutto il Mondo. Per me sono figure barbine, che e’ giusto risolvere in casa nostra, onde evitare prese per il culo da parte di tutti. Questo e’ solo un piccolo esempio. Qui orticelli non ce ne sono, e rispettiamo il lavoro degli altri, anche perche’ se tutti scrivessero le stesse cose sai che bella informazione sarebbe. Giusto scrivere notizie, e chi piu’ ne ha ne metta, ma ci sono notizie e notizie, alcune delle quali , lo ripeto, andrebbero evitate, visto che poi, regolarmente, vengono riprese da testate on-line molto seguite che a loro volta, citando spesso la fonte, sputtanano la Lucchese per cose tipo quella che ti ho scritto sopra.L’acqua calda adesso c’e’? Io non lo so, ma quello che so che tutta italia ha letto questo particolare.non certo edificante e che fa onore alla Lucchese. Adesso, essere presi per il culo per una mancanza di organizzazione, coordinamento, attenzione nei pagamenti per una, due, bollette, lo eviterei volentieri. Tutto qui. Un caro abbraccio e speriamo di cogliere tre punti oggi contro il Gozzano, gara scorbutica.

  2. tutti finocchi con il culo degli altri, tirateli fori voi 1,5 milioni l’anno senza ritorno economico. Siete solo buoni a criticare. Sapete una sega voi. Pagate il biglietto, e fate i tifosi, non gli sherlock holmes della mi fava ! Grande tifolucchese, lunga vita e grazie per quello che fate. Unici.

  3. prima la colpa era dei tifosi ora siamo passati ai giornalisti , per carità ci sarebbe molto da dire sulla categoria, ma non mi risulta che a vendere la squadra prima a Grassini e poi all ex odontoiatra Aldo castelli sia stato vincenti Pellegrini tronchetti casotti o chi altro per loro.moriconi ha detto che lui non è più proprietario e della lucchese non vuol sapere nulla mentre i nuovi proprietari sono desaperacidos abbiamo 8 punti di penalità che presto diventeranno 16 con un presidente di lega che un giorno sì è un giorno no minaccia di radiarci un direttore generale assunto da non si sa chi che minaccia di andarsene ,mentre i nostri revisori dei conti sono scappati tutti ,ma forse avete ragione le notizie e’ meglio non darle tanto alla fine si muore lo stesso ma felicemente perché inconsapevoli.

    • Senti Alessio, leggi bene: Moriconi (che tu lo odi o ami) non ne vuole piu’ sapere della Lucchese. La causa: i suoi figli, la famiglia, che non vuole piu” che butti soldi nella Lucchese. Questo e’ un dato di fatto. Poi, vado oltre, Se io devo vendere una macchina, per esempio, a me non interessa se quello che la compra ha la fedina penale pulita, voglio che mi paghi. Fattene una ragione, la Lucchese e’ cosa privata…cazzo, ma lo volete capire una buona volta per tutte? Criticare Moriconi: piu che legittimo, ma spalare merda tutti i giorni sulla Lucchese e’ sbagliato, di principio. I panni sporchi si lavano in casa, il resto e solo fuffa che serve solo ad allontanare i tifosi dalla Lucchese. Punto. Da qui non mi schiodo…allora? come la mettiamo? Liberta’ di parola, espressione e pensiero. Questo e’ il mio pensiero e questo e’ il motivo di esistere di Tifolucchese, che tutti, tutti, nessuno escluso, ha copiato. Ti ricordo che noi, quando eravamo falliti per la seconda volta, eravamo l’unica voce del club, allora in eccellenza. Senza guadagni, pubblicita’ o altro. Solo passione. Ma qualcuno ha trovato il modo e la maniera per circuire i tifosi e vendere un prodotto.. punto. Figuriamoci se devo convincere qualcuno del contrario, ognuno pensi quel che vuole. Io e i miei amici tifosi storici andiamo avanti uguale…tanto pago io, di tasca mia, da sempre, da oltre 13 anni. Saluti….

    • Pellegrini, Casotti o altri….poco importa, li rispettiamo e capiamo il loro lavoro, parlo di notizie, beghe e altro che sarebbe meglio non diventassero di dominio nazionale…. Ma che scrivo a fare…tanto non c’e’ piu’ sordo di chi non vuol capire…. Dai, continuate a ripetere: la Lucchese siamo noi… vai, che si va lontano. C’e’ bisogno di una crescita, e ognuno deve fare la sua parte. Stiamo parlando di calcio, non di cronaca nera!!! Lo volete capire? LA LUCCHESE E’ COSA PRIVATA…FATEVENE UNA RAGIONE. PUNTO

  4. ecco la pura verità,solo gli stupidi e gli ottusi non saranno d’accordo. la penso cosí anche io !

  5. Vangelo !
    Finalmente un quadro chiaro della situazione: qui ci sono gufi e avvoltoio che da mesi diffondono quotidianamente zizzania e pessimismo salvo poi addossare ad altri il fatto che lo stadio si stia svuotando e fare spallucce quando le loro profezie di sventura non si avverano.

  6. Mah! Parlano i fatti e i fatti non credo siano così rassicuranti. Magari certe incertezze o fraintendimenti sarebbero evitati se i proprietari parlassero chiaro, dicessero costantemente i loro intendimenti , invece di permettere che si “diffondano voci” di ogni tipo. Comunque, come si dice “le bugie hanno le gambe corte”oppure, “il tempo è galantuomo” . Vediamo quale dei due detti sarà il più attinente alla nostra beneamata lucchese. Per chiudere con un altro detto “le parole oramai stanno a zero”.

Devi loggarti per poter commentare questo articolo Login

Nuova pagina 1

Commenti recenti

  • Il Tribunale Federale condanna la Lucchese per la fideiussione (32)
    • tonycapaldi: Una vittoria contro il Cuneo sarebbe la vittoria dello SPORT. Con dedica a Moriconi, Ghirelli,...
    • Opinion Lider: Livio vuol dire che in questa situazione è già molto se la squadra parte. Proprio perché le cose vanno...
    • Livio1952: Ancora un intoppo per la Lucchese, con i giocatori che oggi pomeriggio sono rimasti sul pullman...
    • Livio1952: OL cosa vuoi dire che il pulman c’è e la squadra è partita? Vuoi dire che splende radioso il bel...
    • Opinion Lider: Visto che sei informato come quasi sempre t’informo che il pullman c’è e la squadra è...