|

Salvi sul campo, martoriati dall’incertezza del futuro

Dopo aver strinto i denti, sofferto per le penalizzazioni in classifica, per le vicende societarie e quant’altro, la squadra rossonera e’ riuscita a regalare a Lucca ed ai sui tifosi una salvezza insperabile.

Le celebrazioni per l’impresa adesso restano un bellissimo ricordo.

Messo da parte il campionato appena concluso e culminato con la salvezza sul campo ai danni di Cuneo e Bisceglie, la Lucchese ed i suoi tifosi dovranno, giocoforza, pensare a quello che sara’ il futuro societario.

Primo punto.

Mister Favarin e mister Langella, a quanto risulta, hanno ancora 1 anno di contratto.

Punto secondo.

La maggior parte dei giocatori, forse tutti, andranno sicuramente altrove.

Punto terzo.

Il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, ha gia’ lanciato un segnale chiaro alle societa’ non in regola con lo Stadio: serve adeguare gli impianti entro la fine del mese di Giugno. Pena: la mancata iscrizione nei campionati professionistici.

Nello specifico, per quanto ci riguarda, le carenze strutturali che riguardano lo Stadio di Lucca, il Porta Elisa, dovrebbero essere le seguenti: Installazione delle poltroncine nel settore di Gradinata e l’adeguamento dell’impianto di illuminazione.

Per quanto riguarda la seconda questione, ovvero l’impianto di illuminazione, sappiamo per certo che si tratta di un intervento molto oneroso e che non comprenderebbe la sola sostituzione delle luci, dei fari. A quanto pare le intere strutture che sostengono le luci dovrebbero essere sostituite, oltre all’adeguamento degli impianti elettrici e del sistema di emergenza in caso di mancanza di energia elettrica, ovvero il gruppo elettrogeno.

Lavori, questi, che sarebbero stati preventivati e messi in programmazione per la stagione 2019-2020 dall’amministrazione comunale (usiamo il condizionale perche’ ci era parso di leggere notizie in merito circa 1 anno fa) e che, dunque, fermo restando intoppi burocratici e/o altro, dovremmo essere effettuati, o almeno, ce lo auguriamo.

A tal proposito giova ricordare una recentissima interrogazione che le opposizioni, durante l’ultimo consiglio comunale, hanno presentato all’attuale amministrazione riguardo l’adeguamento, i lavori di messa a norma, dello Stadio Porta Elisa.

Per il momento, carte in tavola, tutto tace, ma la carne al fuoco e’ davvero tanta.

Tra possibili acquirente della squadra e i lavori da effettuare al Porta Elisa, si attendono solo risposte. Ci auguriamo concrete, reali.

Insomma, come al solito (ormai ci abbiamo fatto il callo) sara’ l’ennesima estate calda.

Quanto di bello e buono e’ stato fatto da questa squadra restera’ sicuramente un meraviglioso ricordo. Adesso, pero’, servono i fatti, serve programmare un futuro, anche e soprattutto per dare un senso a questo grandioso finale di stagione.

Sul campo hanno vinto loro, abbiamo vinto noi. Fuori, come al solito e come da troppo tempo succede, rimangono le solite, snervanti, angosciose, stucchevoli incognite….

www.Tifolucchese.com - Riproduzione Riservata

Url breve: http://www.tifolucchese.com/?p=24449

Pubblicato da il Giu 13 2019. Inserito nella categoria Tuttolucchese, L'Angolo del Tez, Sotto la lente. Puoi seguire le relative risposte tramite RSS 2.0. Puoi lasciare un commento a questo articolo

6 Commenti per “Salvi sul campo, martoriati dall’incertezza del futuro”

  1. Riccardo Bottai

    buongiorno…. notizie fresche ne abbiamo dato che da giorni non filtra niente? il 17 doveva essere fornita la documentazione necessaria ed entro il 24 il pagamento degli stipendi e contributi nonche’ della fidejussione. chi sa qualcosa lo dica. grazie

  2. Infatti, Alessio, fra pochi giorni i giochi saranno fatti. Quello che mi dispiacerebbe sarebbe la venuta di uno qualunque , tirato dentro senza una reale volontà o un vero piano industriale. Uno che nel giro di pochi mesi si lascerebbe travolgere dalle difficoltà e saremmo punto a capo.
    Se devo essere franco, fino ad ieri ero moderatamente fiducioso, stamani lette le dichiarazioni di Del Prete lo sono molto meno.

  3. Ghirelli,che noia,basta.Non hai capito che il problema sei tu,i soldi non te li danno perchè hai una visione del calcio parrocchiale e giustizialista,fai una sacco di casino solo per ottenere uno spazio a favore della telecamera.Ora pare che ti arrivino le nostre fatture attive per la riscossione dei crediti sportivi.Fai per una volta il tuo dovere,mi raccomando.

  4. Riguardo al nuovo acquirente penso ci sia ben poco da commentare.tanto se uno fosse ottimista c è sempre i fenomeni che ti viene a dire che appoggiamo i banditi quindi è colpa dei tifosi, se uno fosse pessimista c è sempre i fenomeni che ti vengono a dire che sei un gufo, tanto ormai i soldi se ci sono vanno tirati Fuori altrimenti amen si ripartirà da dove si deve ripartire sperando di non stare un anno fermi.

  5. Da tutto C.

    Ghirelli (Presidente Lega Pro): “Da oggi, SIAMO IN STATO DI AGITAZIONE, nella prossima assemblea dei presidenti se ne discuterà compiutamente: NON SO SE INIZIERÀ IL CAMPIONATO”.

    In questi mesi abbiamo lavorato, in silenzio e con rispetto, con il governo affinché fosse inserito nel decreto crescita un provvedimento a favore del calcio dei Comuni d’Italia. La DEFISCALIZZAZIONE, che chiediamo per i club di Serie C, serve per fare questo: strutture, formazione, presidio territoriale per i giovani. Non un euro nelle tasche, ma investimenti. Gli investimenti produrranno interventi in infrastrutture che attireranno capitali (a partire da quelli dei proprietari dei club) e ciò consentirà ai club di innovare e avere luoghi per la formazione di giovani calciatori e quindi dare opportunità per l’avvio di una politica economico-finanziaria virtuosa che consenta di patrimonializzare. Evidenzio che le risorse che il fisco darà all’inizio serviranno a mettere in moto un volano di investimenti che poi torneranno al fisco stesso al termine e/o durante l’investimento. Vi sembra poco?

    La risposta non c’è. Sembra non importare nulla a nessuno.

    Ne prendo atto: 300.000 tifosi nelle partite dei playoff, la rivoluzione nelle norme di iscrizione, gli interventi di adeguamento negli stadi; via i banditi dalle proprietà; investimenti per i giovani; interventi per togliere i ragazzi dalle strade. Non interessa sostenere questo? Non interessa sostenere chi riforma e cambia?

    Da oggi, SIAMO IN STATO DI AGITAZIONE, nella prossima assemblea dei presidenti se ne discuterà compiutamente: NON SO SE INIZIERÀ IL CAMPIONATO.

    Che vi dicevo? Non sono capaci di gestire un piccolo parcheggio. Non se li fila nessuno. Tante chiacchere, obblighi assurdi di spesa per società in perenne sofferenza….

  6. Come al solito la lega fa del casino.. cascano tutti dal pero pensando che gli stadi italiani siano isole felici ,che siano tutti di proprietà delle società e che il loro adeguamento sia cosa facile ed indolore. Si chiedono alle amministrazioni comunali interventi anche piuttosto assurdi,dimenticando la situazione economica delle medesime amministrazioni. Si vogliono le poltroncine in almeno due settori (tre in B), cosa a mio avviso ridicola che non comporta reale miglioramento, seggiolini che verranno puliti solo dalla pioggia, scomodi, che vincolano lo spettatore, a mio avviso anche pericolosi. L’ aumento della potenza dei fari, poi è un sacrificio economico chiesto in nome di un assurdo stillicidio di orari che non porta nulla alle società e imbestialisce i tifosi, spesso costretti a venire alla partita la sera con temperature rigide o pioggia battente.
    Vorrei vedere se tutti gli stadi ( ovviamente togliamo le società più importanti) saranno davvero in regola. Hanno costretto i tifosi del Buggiano a vivere a Lucca la favola di due campionati di C2 perché il comune aveva costruito un bellissimo stadio ma non aveva soldi per l’ illuminazione. Speriamo almeno che sia in regola Pontedera, forse quello più idoneo ad accogliere eventuali partite fuori dal porta Elisa. Spero che adesso nessuno tiri in ballo il comune di Lucca che non ha ancora provveduto. Doveva spendere una varcata di soldi dei lucchesi in una situazione nella quale a 15 giorni dalla chiusura delle iscrizioni non si sa chi e se sarà possibile effettuarle l’ iscrizione? Fate voi, io non abito a Lucca, per cui la cosa mi lascia indifferente ma se fossi lucchese vorrei che i soldi fossero bene amministrati, specie quando servono a soddisfare le esigenze forzate di certi padroni del calcio italiano che non saprebbero dirigere nemmeno un piccolo parcheggio di paese ( basta vedere i casini della passata stagione in B e C)

Scrivi una replica

Nuova pagina 1

Commenti recenti

  • Dopo l’impresa salvezza il comune di Lucca concede alla squadra la medaglia della citta’ (19)
    • Livio: Riccardo, se leggi sotto, per due volte ho buttato la provocazione di giocare a Pisa. Provocazione che poi non...
    • alessio: non avevo nessuna fiducia della nuova è vecchia società e di un signore con un fatturato milionario con sede...
    • Riccardo Bottai: Livio….. al Pisa Sporting Club non e’ arrivata nessuna richiesta da parte ne dal Comune...
    • Livio: Da Gazzetta lucchese: un breve estratto dell’ intervista al Sindaco. “Soprattutto però sembra che...
    • Livio: Oramai è ufficiale. Salvo deroghe da parte della lega Pro ( figurati te se danno qualcosa questi storditi,...