|

Pro Piacenza: i giocatori presentano l’istanza di fallimento

La FIGC ha deciso di rimandare l’estromissione del Pro Piacenza, anche perche’, dopo la molte dichiarazioni dei vertici federali, gli stessi dirigenti della FIGC si sono resi conto che non esiste, almeno per il momento, una regola scritta che preveda l’esclusione di un club se non versa stipendi e contributi.

La Federazione, come abbiamo gia’ scritto piu” volte, adottera’ un’altra strada per estromettere i piacentini. Quale?

La risposta, probabilmente, sta nel fatto che la stessa Figc è in attesa dell’intervento del tribunale fallimentare di Piacenza. Alcuni giorni fa, infatti, è stata depositata l’istanza di fallimento da parte dell’avvocato Francesco Macrì che difende oltre quindici giocatori del Pro Piacenza, oggi svincolati, che non hanno ancora percepito gli stipendi di Settembre, Ottobre, Novembre, Dicembre e Gennaio più relativi contributi.

Il debito nei confronti di questi giocatori, tra stipendi e contributi, si aggira attorno ai 500 mila euro a cui si dovrebbero poi aggiungere quelli dei giocatori che non si sono uniti all’istanza di fallimento e ovviamente i dipendenti e dirigenti.

A quanto pare, l’udienza e’ stata fissata per l’11 di Marzo, dunque, almeno fino a quella data il club dovra’ provare a rispettare gli impegni di Campionato.

Ricordiamo che domenica il Pro Piacenza avrebbe dovuto giocare in trasferta contro la Virtus Entella, ma visto che la FIGC non ha ancora escluso il club rossonero (come aveva preannunciato piu’ volte di recente) rimane in vigore la disposizione precedente, ovvero il rinvio a data da destinarsi di tutte le gare di Campionato dei rossoneri.

www.Tifolucchese.com - Riproduzione Riservata

Url breve: http://www.tifolucchese.com/?p=23865

Pubblicato da il Feb 8 2019. Inserito nella categoria Le Altre. Puoi seguire le relative risposte tramite RSS 2.0. Puoi lasciare un commento a questo articolo

Scrivi una replica

Nuova pagina 1

Commenti recenti