|

Nulla cambierà e la Serie B resterà a 19 squadre

Lotito ai fornelli…..

Tutto fumo e niente arrosto. Ormai la “frittata e’ fatta e indietro non si torna, altrimenti a pagare saremo noi cittadini che paghiamo le tasse”.

Queste le dichiarazioni di un addetto ai lavori, conoscitore profondo del mondo del calcio italiano e internazionale da noi contattato per chiedere chiarimenti, delucidazioni, informazioni riguardo l’attuale situazione che sta vivendo il calcio italiano, in particolare quello della Serie C.

“Inutile sperare in rivoluzioni, cambiamenti. Siamo a Novembre e quel che e’ fatto e’ fatto. La Virtus Entella non sara’ riammessa in cadetteria – ci ha confidato l’esperto in materia che ha chiesto l’anonimato – Il calcio italiano, a tutti i livelli rispecchia l’andamento, il modus operandi di questo paese. La politica si occupa di certe vicende quando gli fa comodo, rimanda le decisioni quando resta indifferente. Intanto, pero’, ci sono migliaia di tifosi, di appassionati, che attendono risposte. Risposte che presto arriveranno e non saranno di certo quelle che si aspettano.

La vicenda Viterbese, quella dei ripescaggi, squadre che a Novembre non sono mai scese in campo. Il cambio del format della Serie B senza tener conto dei regolamenti e chi piu’ ne ha piu’ ne metta.

A suo tempo la Serie B aveva chiesto piu’ soldi, in termini di diritti televisivi, e adesso, dopo “l’esclusione” di tre squadra dal torneo cadetto li hanno ottenuti. Punto.

Come dare torto al presidente del Pisa che ha chiesto spiegazioni in merito ad un campionato falsato sin dall’inizio?

Ci sono club che avevano chiesto di essere ripescati, vedi il Como, ed erano pronti a sganciare denari freschi da immettere nelle casse della Lega Pro, ma nessuno li ha tenuti in considerazione. Poi, escono fuori le fideiussioni false, gli intrallazzi ecc.

Insomma, c’e’ poco da essere allegri. Dico solamente che questo circo deve finire e non sara’ di certo il prossimo presidente della terza serie italiana e l’attice di soap opera a cambiare le cose. Serve una sterzata repentina, un cambio di direzione con dirigenti preparati, seri e soprattutto senza scheletri nell’armadio”.

www.Tifolucchese.com - Riproduzione Riservata

Url breve: http://www.tifolucchese.com/?p=22866

Pubblicato da il Nov 3 2018. Inserito nella categoria Tuttolucchese, L'Angolo del Tez. Puoi seguire le relative risposte tramite RSS 2.0. Puoi lasciare un commento a questo articolo

1 Commento per “Nulla cambierà e la Serie B resterà a 19 squadre”

  1. Fabrizio come non darti ragione. Comunque visto come è messo sto paese aspetterei ancora a dare per scontato ciò che hai detto in merito alla composizione dei campionati. Quando mi sono incavolato per gli 11 punti di penalità non l’ ho fatto perché non siano a norma regolari, anzi, probabilmente, sono il minimo da dare. Mi fa arrabbiare che in una stagione dove si son viste cose da urlo, non si sia usato un metro un attimo più leggero. Affossare la lucchese e non far nulla alla Viterbese, anzi lisciare il pelo a Cammilli, prima di scaricarlo ugualmente, oppure dare un punto al Pordenone che ha presentato una fideiussione “falsa” dico,” falsa” , roba da codice penale, va veramente incazzare.

Scrivi una replica

Nuova pagina 1

Commenti recenti

  • Una Lucchese superlativa batte il Cuneo a domicilio e conquista la finale salvezza (6)
    • Livio: Alessio, le tre punte sono una scelta obbligata, non hai centrocampisti per cui devi fare di necessità...
    • paololu: Grande partita vinta con intensità e grande intelligenza tattica.Poi Falcone è stato determinante con i...
    • Livio: Vada come vada, si dice, e per noi è verità sacrosanta ma, poiché siamo in gioco ,speriamo di giocare fino...
    • alessio: ovviamente tutti bravissimi questo finale di stagione se andrà come tutti speriamo resterà ben stampato...
    • Tez: Falcone e’ destinato sicuramente a calcare i campi della massima serie. Un grande portiere,...