|

Lucchese, tre partite come tre finali per continuare ad alimentare il sogno play-off

La Lucchese riprende oggi gli allenamenti dopo la pausa per le festivita’ pasquali e mette gia’ nel mirino la prossima avversaria, la capolista Cremonese.

Questo e’ l’obbiettivo prefissato dal neo tecnico rossonero, con la squadra decisa ad affrontare la difficile trasferta in brianza con il solo scopo dei tre punti.

Una vittoria, tre punti che forse potrebbero mettere in condizione i rossoneri di ipotecare la qualificazione agli spareggi play-off. Non sara’ un’impresa facile, non solo per l’avversario e per le forti motivazioni dei lombardi, che a tre giornate dalla fine hanno un solo punto di distacco dall’inseguitrice Alessandria, ma anche per le carenze di organico con cui mister Lopez, come del resto il suo predecessore Galderisi, dovra’ fare i conti.

Carenze organiche che la nuova cura Lopez ha gia’ in parte colmato attraverso un’opera di stimolo costante alla squadra, la quale ha risposto sul campo in maniera piu’ che egregia. Dopo la sconfitta esterna di Viterbo, l’ultima della gestione Galderisi, la Lucchese ha incamerato 8 punti, frutto di due vittorie e due pareggi. Una media invidiabile, soprattutto se si considera che nel nostro girone tutto puo’ ancora succedere e molte squadre sono col fiato corto.

La cura Lopez sembra dare i suoi frutti. La squadra e’ stanca ma pare motivata. Certo, non possiamo di certo chiedere la Luna, ma la qualificazione ai play-off ci pare alla portata.

Adesso contano le motivazioni, le ambizioni e ci pare che questa squadra ne abbia. Anche in societa’ e’ tornato il sereno, o meglio, ci sono interessanti schiarite.

L’amministratore unico Bini ha parlato al termine della sfida contro il Siena, rassicurando i tifosi sull’operato della societa’ che nel frattempo ha gia’ fatto fronte a tutte le scadenze. Bini si e’ detto soddisfatto del lavoro svolto da tutti sino ad oggi. Ha elogiato il lavoro di Lopez, ma anche quanto fatto dal suo predecessore.

Nelle specifico l’amministratore rossonero ha sottolineato come sta operando la dirigenza, che da appena 38 giorni ha preso il controllo della societa’.

E sono proprio le parole di Bini che ci danno spunto per ricordare quanto avvenuto fino ad oggi e quanto potrebbero aver influito sulla squadra le vicende societarie. Adesso, quando mancano 3 giornate al termine della stagione regolare.

PARTIAMO DALL’INIZIO. Fin dalla scorsa estate tra gli addetti ai lavori, stampa, tifosi, aleggiava qualche preoccupazione, qualche dubbio su cosa ci sarebbe capitato. Per un breve periodo aleggiava lo spettro del terzo fallimento. Poi le rassicurazioni societarie, con Bettucci che si presento’ alla stampa parlando di ambizioni. Nel tempo, dopo la bella prova del ritardato deposito della fideiussione, la gestione societaria era diventata dilettantistica. La presentazione in ritardo della fideiussione per l’iscrizione al campionato in corso avevano gia’ messo in allarme i tifosi, i giocatori, ma anche i soci di minoranza e la cooperativa dei tifosi di Lucca United. In quel fine settimana successe di tutto e in rete, ma non solo, in molti si chiedevano se la squadra sarebbe stata iscritta o meno. Poi arrivarono le prime dichiarazioni dell’ex presidente Bacci e qualche settimana dopo scatto’ il primo punto di penalita’ in campionato.

Va da se che le vicende societarie hanno influito negativamente sulla squadra, sulle prestazioni anche dei singoli. Singoli che spesso hanno fatto la differenza, visto che Forte nel solo girone di andata aveva segnato 15 reti. Gol segnati anche grazie ad un gioco di squadra impostato in una certa maniera, con il ruolo degli attaccanti che era piu’ determinante ai fini del risultato. Non a caso dopo le partenze obbligate di Forte e Terrani la squadra ha avuto difficolta’ realizzative.

Dopo le partenze di Terrani e Forte e’ scattato il secondo punto di penalizzazione per il ritardo nei versamenti dei contributi ai giocatori. Ancora un punto di penalizzazione per una squadra che nel frattempo si stava ancora riassettando in campo. Galderisi aveva la coperta corta, perche’ l’infortunio a Zecchinato e D’Auria poi hanno minato ulteriormente un percorso che si era fatto veramente in salita. Per fortuna la squadra aveva incamerato molti punti e le prestazioni derelitte, perdonateci la franchezza, contro Tuttocuoio, Pontedera e altre, avevano fatto tornare allo scoperto anche l’ex patron Bacci, che nel frattempo aveva iniziato a prendere di mira tutti. Critiche aspre a permanenti nei confronti delle autorita’ cittadine, del tecnico, della squadra, addirittura sui singoli. E poi verso i tifosi, Lucca United, insomma, un testa testa che ha coinvolto anche la stampa, che in piu’ di un occasione e’ arrivata allo scontro diretto. Solo diverbi, nessuna querela o denuncia.

Non tirava una bella aria, visto che in citta’, nel frattempo si erano ormai diffuse le notizie che riguardavano i mancati pagamenti ai dipendenti della Lucchese. Impiegati a cui non era stato pagato lo stipendio e altre situazioni che a volte hanno anche sfiorato l’incredibile, come, per esempio, il mancato pagamento delle forniture dei consumi del Porta Elisa, situazione, quella, che creo’ molti malumori anche nello spogliatoio, con i giocatori costretti a farsi la doccia fredda o farsela direttamente a casa. Ricordate la “colletta” fatta dai tifosi e non solo per fare un regalo a tutti i dipendenti che da mesi non ricevevano un quattrino? In questo contesto per niente esaltante, e con diversi giocatori a cui non erano stati pagati gli affitti dei loro alloggi, come da contratto, la squadra continuava a galleggiare.

Evidente che Bacci non stava piu’ investendo nella Lucchese e la conferma arrivo’ quando furono i soci di minoranza a reperire e versare i soldi necessari a pagare gli stipendi ai tesserati e i relativi contributi. Una scadenza improrogabile che venne garantita per scongiurare ulteriori penalizzazioni in classifica, ma soprattutto per non perdere i contributi federali.

Poi la nuova societa’, con l’uscita di scena di Bacci e Bettucci e il controllo totale da parte della componente lucchese.

La settimana che precedette la sconfitta di Viterbo, poi, qualcosa e’ cambiato anche nello spogliatoio, o meglio, negli uffici del Porta Elisa, o magari a bordo campo durante gli allenamenti. Insomma, mister Galderisi si presento’ in sala stampa per parlare della sfida che avrebbe poi visto la Lucchese perdere a Viterbo per 2 a 0, e si sfogo’ con la stampa parlando di problemi che riguardavano il suo operato, le sue ambizioni che aveva a Lucca e che per la seconda volta gli erano state negate. Una situazione che prese una piega netta al termine della gara di Viterbo, con Galderisi che non si presento’ in sala stampa come disposto dalla dirigenza rossonera.

Galderisi viene allontanato ufficialmente dopo un breve comunicato apparso sul sito ufficiale 4 giorni prima della trasferta in Brianza contro il Renate.

Il resto e’ cronaca attuale, con la squadra che ha ripreso un cammino che solo qualche settimana fa’ pareva impietoso.

Quattro partite 8 punti, frutto si due vittorie e due pareggi

E’ stato lo stesso Bini, amministratore unico della Lucchese Libertas 1905, a ricordarlo durante la conferenza stampa del dopo Lucchese-Siena. “Siamo arrivati qui da 38 giorni – aveva detto Bini – abbiamo gia’ pagato gli stipendi ai giocatori, con 4 giorni di anticipo rispetto alla media nazionale. Restano molte altre cose da fare, questioni da risolvere. Abbiamo ereditato solo delle ceneri dalla vecchia gestione. Solo cenere. Nelle scorse settimane abbiamo dovuto pagare noi quello che era stato pattuito da altri. Anche in questi giorni ho incontrato gente a cui, in un modo o nell’altro erano state fatte promesse. Insomma, da quando abbiamo preso in mano le redini della societa’ stiamo lavorando per sistemare tutto, riportarlo a zero, con l’obbiettivo di portare piu’ in alto possibile la Lucchese”.

Bini, che ricorda sempre di parlare per conto e a nome di tutta la componente societaria, ha anche ripetuto che l’obbiettivo della societa’ sono i play-off

Tre partite come tre finali, dunque, per continuare ad alimentare il sogno play off.

www.Tifolucchese.com - Riproduzione Riservata

Url breve: http://www.tifolucchese.com/?p=16844

Pubblicato da il Apr 17 2017. Inserito nella categoria Tuttolucchese. Puoi seguire le relative risposte tramite RSS 2.0. Puoi lasciare un commento a questo articolo

Scrivi una replica

Nuova pagina 1

Commenti recenti