|

Lucchese, si lavora per completare la rosa e garantire un futuro tranquillo alla societa’

Il ds rossonero Obbedio (foto Alcide Lucca)

La Lucchese e’ tornata a parlare di mercato giocatori e delle ultime novita’ aziendali della societa’.

Nell’attesa conferenza stampa di questo pomeriggio, il ds Antonio Obbedio e il socio Marco Gonzadi, hanno risposto alle domande dei giornalisti ed hanno parlato di come si sta muovendo la societa’ a 360 gradi.

Il primo a prendere la parola e’ stato Obbedio, che ha spiegato con dovizia di dettagli le operazioni di mercato che hanno visto il giovane portiere Tommaso Nobile passare in Serie B alla Pro Vercelli, l’esperto centrocampista Mirko Bruccini in Serie C al Cosenza ed il giovane Della Morte in Serie B al Perugia.

“Abbiamo ceduto Nobile in Serie B perche’ le richieste erano molte e allettanti – ha esordito Obbedio – Nobile e’ un giovane di grandi prospettive e che potra’ far incassare bei soldi a chi lo ha acquistato. Nobile e’ un under, ed ogni volta che scendera’ in campo in serie B la Pro Vercelli avra’ diritto ad un gettone di presenza pari a 9mila euro.

Abbiamo provato a trattenerlo, ma l’operazione per noi e per il ragazzo era decisamente vantaggiosa, favorevole. Ho confrontato anche l’operazione che abbia fatto cedendo Nobile con altre simili in serie C e credo che nessuno sia riuscito quanto fatto da noi….
Per quanto riguarda Mirko Bruccini – ha proseguito il ds rossonero –  dico che sono dispiaciuto di come sia andata a finire la vicenda. Credo che giocatori con le sue caratteristiche tecniche e fisiche in serie C non ce ne siano, dunque sara’ difficile sostituirlo, forse dovremo andare a cercare in Serie B.

Credo che l’errore che abbia fatto Bruccini e’ quello di non essersi presentato al ritiro – ha aggiunto il ds – Avevamo un accordo col giocatore; Bruccini avrebbe avuto un ritocco del contratto a Settembre ( a fine mercato) come pattuito con me e con la Lucchese. Il ragazzo e’ stato tentato dalle molte offerte pervenute fin dallo scorso Dicembre, tra le quali anche quella del Pisa. Io ho preferito lasciarlo andare, visto che queste erano le sue volonta’, ma lo abbiamo liberato per andare a giocare in un altro girone. Questa operazione, in termini economici, ha dato una plus valenza alla Lucchese di 91.850 euro, tanto per essere precisi….

Infine della Morte, che abbiamo deciso di mandare in prestito al Perugia, dove sara’ inserito nella formazione Primavera. Non era ancora pronto per debuttare in prima squadra, dunque questa sara’ un’occasione per maturare ulteriormente ed avra’ a disposizione il meglio per crescere. Anche in questo caso siamo stati attenti a quello che potrebbe essere il prossimo futuro del giocatore, visto che ci siamo accordati col Perugia, che dovra’ sborsare 60mila euro se al termine della stagione ne vorra’ acquistare il cartellino”.

Il ds ho poi risposto ad alcune domande inerenti a possibili arrivi in rossonero.
“Escludo che Dermaku posso tornare alla Lucchese – ha detto Obbedio – Il giocatore e’ in uscita dall’Empoli, ma vuole giocare in Serie B. Se il giocatore alla fine scendera’ di nuovo in Serie C si potrebbe accordare solo con societa’ che spendono molto, tipo Alessandria o Livorno, che potrebbero garantirgli uno stipendio da Serie B”.

Sekilaze? Si, le voci che sono uscite sono vere. Il giocatore ci interessa, ma interessa anche ad almeno altre 20 squadre di Serie C, dunque dubito che noi possiamo stare a giocare al rialzo. Queste sono strade che non vogliamo percorrere. Io posso offrire Lucca, una piazza che fa lavorare con tranquillita’ i giocatori, e che ha dimostrato anche nell’ultima stagione di essere un luogo adatto per scommettere su se stessi. Basti pensare a quello che hanno fatto Forte, De Feo, a Terrani, tutti giocatori che hanno avuto la possibilita’ di dimostrare le proprie qualita’ in una piazza importante e bella come quella di Lucca e adesso sono in Serie B.
Escludo, dunque, che Sekilaze possa arrivare alla Lucchese, anche se questo non dipende da noi….”

Obbedio ha risposto anche a chi chiedeva luni riguardo ad un possibile interessamento per Cellini, esperto attaccante in uscita da Livorno e reduce dalla rottura del crociato nell’inverno scorso. “Cellini e’ un giocatore importante, ma credo che abbia pretese troppo alte per la nostra logica. Se vuole venire ad allenarsi con noi – ha proseguito Obbedio – siamo a disposizione, cosi’ ci fa vedere come sta, se e’ guarito completamente dalla rottura del crociato e poi possiamo anche metterci ad un tavolo a parlare di stipendio. Io ragiono cosi’, non chiedo prima i soldi dopo che ho avuto un brutto infortunio, vengo, vi faccio vedere cosa posso dare alla causa, poi posso anche giustificare le mie richieste, anche raddoppiarle, ma prima devi dimostrare di essere guarito, ristabilito…”.

Obbedio ha concluso dicendo che al momento la Lucchese sta cercando almeno due over, uno per il centrocampo e una punta centrale. “Ci sono 5-6 gli attaccanti che potrebbero interessare alla Lucchese ha detto Obbedio -elementi che vanno dai 23-24 anni fino a 30. Qualcosa si sta muovendo – ha concluso il ds – vedremo nei prossimi giorni, forse settimane, noi le nostre offerte le abbiamo fatte, adesso non resta altro che attendere sviluppi”.

A seguire e’ stata la volta del socio e responsabile del marketing  Marco Gonzadi, che oltre a parlare e presentare il nuovo sito ufficiale della Lucchese Libertas, ha parlato della nuova Partnership della Lucchese con la Devitalia, societa’ del settore tecnologico, rappresentata per l’occasione dal Dott. Angelo Garozzo.

“A breve intendiamo muoverci anche sullo store nello stadio – ha dichiarato Gonsadi – che diventera’ anche un punto di riferimento della biglietteria. Un luogo dove si potranno anche sottoscrivere gli abbonamenti, evitando che le persone anziane stiano sotto il sole in fila. Lo store potrebbe essere utile anche per prevendite di altri spettacoli, tipo Lucca Comics o altro – ha aggiunto  Gonzadi – Attendiamo il via libera del Comune, la documentazione è stata consegnata. Nel frattempo abbiamo definito l’accordo con Studio Sport dove è gia’ possibile trovare i nostri prodotti.

Prodotti che stiamo pensando di vendere anche on line, per dare la possibilita’ a tutti e in tutto il Mondo ti acquistare le nostre maglie, i nostri completi sportivi e non”.

Gonzadi ha concluso l’intervento ricordando le difficolta’ che la societa’ sta attraversando riguardo alla mancata disponibilita’ di un impianto per far giocare le formazioni giovanili. “Purtroppo ad oggi non abbiamo la disponibilita’ del campo dell’Acquedotto perche’ lo stiamo risistemando con l’aiuto di un agronomo – ha detto Gonzadi – Ci servirebbe lo stadio di Saltocchio, ma non abbiamo ancora avuto notizie in merito. Attendiamo fiduciosi, anche se il tempo stringe e a breve dovremo giocare in casa contro squadre giovanili del calibro di Juventus, inter, ecc… Dove le giocheremo queste partite?.”

www.Tifolucchese.com - Riproduzione Riservata

Url breve: http://www.tifolucchese.com/?p=18598

Pubblicato da il Ago 2 2017. Inserito nella categoria Tuttolucchese, Focus Rossonero. Puoi seguire le relative risposte tramite RSS 2.0. Puoi lasciare un commento a questo articolo

3 Commenti per “Lucchese, si lavora per completare la rosa e garantire un futuro tranquillo alla societa’”

  1. Sono d’accordo, e in modo particolare dove scrivi che “Mingazzini, Fanucchi, Capuano potranno essere ottime riserve e che mancano ancora un difensore, due centrocampisti e un centravanti”…..Sul discorso centravanti, non mi aspetto niente, perche i prezzi di quelli che segnano partono da 90-100 mila euro a salire per stagione, comunque meglio un giovane di belle speranze che un vecchio mezzo troncato consideranto che circola il nome di Cellini.

  2. Tony…pienamente d’accordo….su tutto
    MONTANARO e’ all’Imola,
    dissento solo su FANUCCHI, con i giocatori in rosa oggi, e’ indispenabile…

  3. Nella quarta stagione consecutiva fra i professinisti, la prima senza il presidente Bacci, siamo finalmente consapevoli dei nostri mezzi e mi auguro si possano gettare le basi per un futuro solido ed una programmazione a lungo termine; ricordo che con il Bacci passavamo da (ipotetiche) enormi disponibilità e proclami ambiziosi al rischio di fallimento nel giro di pochi mesi.
    Nonostante il livello si sia notevolmente abbassato rispetto agli ultimi anni, c’è comunque da completare la squadra in modo che possa essere competitiva, sia chiaro Mingazzini, Fanucchi e Capuano potranno essere ottime riserve, utilissimi nei finali di partita a darci quel valore aggiunto in più, ma non possiamo affidarci a loro di nuovo per tirare avanti la carretta.
    Quindi mancano ancora un difensore, due centrocampisti (e non uno come dice Obbedio) ed un centravanti. Svincolati ce ne sono tanti e il DS dovrà essere bravo a reclutare giocatori di qualità spendendo poco.
    Riguardo alle operazioni di mercato in uscita abbiamo praticamente regalato bruccini e, dovendo acquistare un sostituto , alla fine il risparmio sarà di pochè decine di migliaia di euro, mentre della morte, un ragazzo di 17 anni, frutterà forse 60 mila euro il prossimo anno, ma se avesse giocato una decina di partite nella Lucchese il prossimo anno ne avrebbe potuto valere almeno il doppio. Stesso percorso di montanari, ve lo ricordate ? fu dato all’empoli un paio di anni fa poi è sparito dai radar. Questo per dire che dobbiamo puntare alla valorizzazione dei nostri giovani, non possiamo permetterci di regalarli. Io ad esempio avrei proposto un biennale a maini, cecchini e bragadin oltre che a tavanti.
    Riguardo agli acquisti a parte de vena che si presenta con 11 gol nella scorsa stagione, per ora non mi sembra ci siano eccellenze e non mi meraviglerei se ritornasse in auge di masi.

Scrivi una replica

Nuova pagina 1

Commenti recenti