|

La Lucchese a Novara per dare battaglia

Settimana tormentata in casa Lucchese. Del resto, due punti nel carniere dopo quattro gare disputate non sono un gran che, ma tant’e’.

Le sconfitte interne contro il Pisa ed il Siena ed il pareggio esterno contro la Pro Patria e quello interno contro l’Olbia hanno fatto rizzare le antenne a chi, come noi, tiene alle sorti della Pantera.

Certo, come dichiarato da mister Favarin anche al termine della sfida contro i sardi, non dobbiamo dimenticare gli 11 punti di penalizzazione, senza i quali i rossoneri navigherebbero in acque tranquille, ovvero si troverebbero all’ottavo posto in graduatoria con 18 punti, ma fino a quando la penalizzazione non sara’ ridotta (si spera) la Pantera permane all’ultimo posto in graduatoria a ben quattro lunghezze dall’Arzachena penultima.

Il tecnico di Coltano, al termine della sfida contro l’Olbia, ha dichiarato che la squadra e’ consapevole e pronta ad affrontare le prossime gare con il coltello tra i denti, anche se qualche incognita rimane, resta.

Contro l’Olbia abbiamo visto una squadra reattiva, ma che ha accusato pesantemente la freschezza atletica dell’avversario, un avversario che ha saputo imbrigliare la manovra rossonera e che ha lasciato pochissimi spazi di manovra alla Lucchese.

L’attaccante croato Jovanovic (Foto Alcide Lucca)

Solo la giocata di De Feo ha permesso alla Lucchese di non sprofondare, ma l’attaccante dalla rossa chioma non potra’ di certo levare le castagne dal fuoco ogni volta.

Ed e’ per questo, a quanto pare, che domenica prossima, in quel di Novara, la Lucchese provera’ altre soluzioni tattiche, inserendo, forse, dal primo minuto un attaccante boa come Jovanovic, ormai sulla via del pieno recupero. Mentre a centrocampo potrebbe essere Strechie a dare il cambio ad un Mauri che forse avrebbe bisogno di tirare il fiato.

C’e’ chi dice che i due centrocampisti potrebbero coesistere, ma fino a quanto non li vedremo in campo assieme le nostre possono essere solo considerazioni che trovano il tempo che trovano. Discorsi da Bar.

Nel frattempo, giusto per dovere di cronaca, Lombardo sembrerebbe essere sulla via del recupero. Il problema muscolare sembrerebbe risolto e non e’ escluso che il ragazzo possa tornare disponibile gia’ da domenica prossima.

Infine, vogliamo mandare un caro saluto a Renzo Reni, storico guardiano del Porta Elisa, che dopo un malore e’ stato operato d’urgenza. Forza Renzo, ti siamo vicini, come apparso nello striscione esposto dai ragazzi della Ovest domenica scorsa.

www.Tifolucchese.com - Riproduzione Riservata

Url breve: http://www.tifolucchese.com/?p=23155

Pubblicato da il Dic 4 2018. Inserito nella categoria Tuttolucchese, Sotto la lente. Puoi seguire le relative risposte tramite RSS 2.0. Puoi lasciare un commento a questo articolo

5 Commenti per “La Lucchese a Novara per dare battaglia”

  1. Purtroppo il Novara ha passato il turno di Coppa Italia con un gol al 91, se almeno facevano i supplementari. Pare che sia dal 25 marzo che il Novara non vince in casa…….

  2. Era il commento che volevo fare pure io anche se probabilmente in coppa il Novara farà turnover. I precedenti con squadre impegnate durante la settimana non sono poi così incoraggianti , visti i risultati con Siena e pro patria. Riguardo all’ articolo vorrei dire al buon Fabrizio, visto che io sono uno di quelli che ha tirato fuori il fatto che Mauri e Sterchie giochino assieme, che personalmente non mi sogno di fare chiacchiere da bar ( che peraltro non frequento) ma ho solo avanzato l’ ipotesi che Favarin voglia ( se non lo avesse già fatto) considerare e verificare anche questa possibilità. Il tecnico è certamente più bravo di tutti noi ma almeno qualche ipotesi la possiamo avanzare. In linea teorica io credo che in squadra i due, assieme a de Feo, siano i migliori giocatori tecnici che abbiamo. Basta guardare come trattano il pallone e i movimenti del corpo e la varietà dei colpi di cui sono in possesso. È vero che una squadra deve essere il giusto connubio fra estro e grinta ma i piedi buoni possono sempre inventare qualcosa che i soldatini difficilmente ti danno ( gol di de Feo domenica, ed altri, gol di sterchie a Pistoia) . In una lucchese come quella di quest’anno, in cui si pensa più a costruire che distruggere, trovare il modo di utilizzare entrambi i giocatori potrebbe essere un’ arma in più. In caso contrario un certo turnover fra i due potrebbe essere un giusto equilibrio.

    • Livio, ciao, non mi riferivo a te, ci mancherebbe, la stessa considerazione la stiamo facendo in molti. Io credo, pero’, che per poter stare tranquilli se dovessero giocare entrambe, ci vorrebbe un “mastino” alle loro spalle, uno che recupera palloni, un interdittore rapido e massiccio. La mia paura e che se giocano insieme siamo troppo scoperti in mediana. Posso anche sbagliarmi, ma Mauri e Strechie sono tutto meno che interdittori di centrocampo.

      • A volte le querce fanno i limoni. Probabilmente sterchie, in quanto giovane, è più plasmabile e un lavoro sulla fase interdittiva è meglio fattibile e magari utile pure al ragazzo. Resta da capire se gli altri titolari possono ( Greselin o Provenzano) possono assicurare più copertura, magari rinunciando a volte a uno fra bortolussi, sorrentino o de Feo.Avere maggiori soluzioni di gioco, anche nella medesima partita non guasta mai. Sì è assistito in alcune partite in cui eravamo in vantaggio a cambi di due punte con due punte. Forse avere un centrocampo più folto,seppur manovriero, poteva essere una soluzione maggiormente equilibrata.

  3. Intanto il Novara giocherà oggi contro quelli d’oltreforo nella Coppa Italia TIM.
    Vediamo almeno in questa occasione di sfruttare il vantaggio di affrontare una squadra reduce da impegno infrasettimanale

Devi loggarti per poter commentare questo articolo Login

Nuova pagina 1

Commenti recenti