|

La Fosber in sostegno delle formazioni giovanili rossonere

Il dg Mario Santoro e Massimiliano Bianchi (Foto Alcide Lucca)

Da oggi e’ ufficiale: la Fosber, nota azienda internazionale che si occupa di metalmeccanica entra a far parte del progetto di rinascita della Pantera.

Fosber, azienda lucchese che vanta oltre 600 dipendenti in tutto il Mondo e che questa mattina, presso la sala stampa del Porta Elisa era rappresentata da Massimiliano Bianchi, presidente e amministratore delegato della nota azienda, ma anche figlio dell’indimenticabile Prof Alessandro Bianchi, per anni ed anni supervisore, responsabile, osservatore e cuore pulsante del settore giovanile della Lucchese, ma non solo, ha spiegato, rappresentato, attraverso lo stesso Bianchi, il progetto da intraprendere assieme alla societa’ rossonera.

Alessandro Bianchi, per noi di Tifolucchese rappresenta una fetta, una parte del nostro esistere da tifosi appasionati anche on-line.

Andiamo avanti con grande speranza e la felicita’ che il figlio di un grande personaggio che ha dato lustro alla Lucchese, ma anche al calcio italiano in generale, si sia “mosso”, assieme alla sua azienda, in sostegno a questo nuovo progetto di rilancita della gloriosa Pantera. Lucchese che in questo progetto di rinascita vede molte aziende del territorio impegnate con serieta’ di intenti.

Inutile negare che i tre fallimenti ravvicinati abbiano influito negativamente sul seguito della squadra, ma e’ anche vero che la Lucchese e’ rinata solo pochi mesi fa.

Grazie a chi ci ha messo la faccia, il tempo e il denaro, la Lucchese e’ ripartita dalla Serie D e, “almeno sino ad oggi – come ribadito dal dg Mario Santoro – la societa’, la squadra ha fatto quello che era stato prefessato sin dall’inizio”.

Ma torniamo all’importante sponsorizzazione da parte della Fosber.

Massimiliano Bianchi, accompagnato dai suoi colaboratori e presentato alla stampa dal dg Mario Santoro, ha spiegato del come e del perche’ questa azienda si sia legata alla Lucchese fino al prossimo anno, ma con la possibilita’ di rinnovare la partnership anche per il futuro.
“Per me è un onore, oltre che un piacere personale, essere qui oggi – ha detto il dg della Lucchese, Mario Santoro -. Per fare un settore giovanile di qualità sono indispensabili due elementi: le strutture e le risorse. La Fosber ci e’ venuta in aiuto per quanto riguarda la parte finanziaria, dimostrando una spiccata sensibilita’ che va oltre il calcio, ovvero: il sociale.
“Ringrazio Massimiliano, la Fosber, per aver condiviso il nostro progetto – ha proseguito Santoro – Un progetto che presto dara’ i suoi frutti”.
A seguire e’ lo stesso Bianchi a spiegare le motivazioni che hanno portato a questa sponsorizzazione:
“Come azienda, ci siamo avvicinati al settore giovanile della Luccchese perche’ abbiamo bisogno dei giovani di Lucca. Siamo impegnati anche in altri ambiti – ha proseguito Bianchi – Abbiamo creato una borsa di studio per gli studenti dell’istituto Fermi-Giorgi e faremo tante altre cose. Io non sono il proprietario dell’azienda – ha proseguito Bianchi – e se la mia vicenda personale fosse stata in contrasto con gli interessi di Fosber, non avrei mai fatto questo accordo.
Crediamo che la nostra azienda e la Lucchese abbiano gli stessi obiettivi e quindi ci e’ sembrato giusto iniziare questo nuovo percorso”.
Terminato il dialogo prettamente logistico, Massimiliano Bianchi ha parlato di quello che sta provando in questo particolare momento:
“Sono tornato al Porta Elisa dopo oltre 10 anni – ha spiegato Bianchi – Lo scorso anno ero presnte alle ultime tre gare della stagione, quando ci siamo salvati sul campo.
Devo dire che sono rimasto colpito dall’attaccamento dei ragazzi della Curva e siamo qui oggi proprio per quello”.
A seguiere e’ tornato a parlare, a spiegare quali sono i progetti, le speranze, gli auspici, il dg Mario Santoro:
“La nostra intenzione e’ quella di fare le cose per bene, passo dopo passo. Faremo quattro squadre e una scuola calcio con i camp estivi.
Torneremo nelle scuole della provincia, come gia’ vi avevo anticipato – ha proseguito Santoro – Serviranno le strutture, loo sappiamo, ma sappiamo anche che l’amministrazione ci e’ vicina e credo che a breve arriveranno le risposte che tutti noi attendiamo. Mi auguro che la struttura di Saltocchio ci venga concessa, almeno potremo realizzare i nostri progetti. Non possiamo lavorare senza strutture adeguate. Se non ci sara’ concesso Saltocchio faremo solo due squadre. Devo dire però – ha concluso Santoro – che con l’amministrazione ce’ un buon dialogo e ci hanno dimostrato grande disponibilita’. Siamo fiduciosi”.

www.Tifolucchese.com - Riproduzione Riservata

Url breve: http://www.tifolucchese.com/?p=25201

Pubblicato da il Nov 28 2019. Inserito nella categoria Tuttolucchese, Focus Rossonero. Puoi seguire le relative risposte tramite RSS 2.0. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

1 Commento per “La Fosber in sostegno delle formazioni giovanili rossonere”

  1. A quanto ammonta il pattuito?

Scrivi una replica

Nuova pagina 1

Commenti recenti