|

Il presidente Ghirelli a Lucca per parlare con Arnaldo Moriconi

Francesco Ghirelli

Dopo la presa di posizione di tifosi, stampa, giocatori e allenatore, riguardo all’imminente passaggio di proprieta’ della societa’ rossonera, anche il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli ci vuole vedere chiaro.

Il numero uno della Serie C sara’ a Lucca Giovedì 3 gennaio per  incontrare Arnaldo Moriconi.

Ghirelli si e’ detto preoccupato di quanto sta capitando a Lucca ed e’ pronto ad incontrare tutte le parti in causa per fare chiarezza sul futuro della societa’, dei tesserati:

“Dopo aver letto le ultime notizie sulla Lucchese sono preoccupato – ha dichiarato alla stampa Ghirelli – Giovedì sarò a Lucca per incontrare Arnaldo Moriconi auspicando di avere un quadro completo sul club”.

Nelle ultime ore, infine, e’ tornata prepotentemente d’attualita’ la vicenda legata alla Fideiussione fatta da diversi club con la Finworld. In vista altri punti di penalizzazione per la squadra?

www.Tifolucchese.com - Riproduzione Riservata

Url breve: http://www.tifolucchese.com/?p=23647

Pubblicato da il Dic 31 2018. Inserito nella categoria Tuttolucchese, Sotto la lente. Puoi seguire le relative risposte tramite RSS 2.0. Puoi lasciare un commento a questo articolo

44 Commenti per “Il presidente Ghirelli a Lucca per parlare con Arnaldo Moriconi”

  1. Scusate ma io da Gazzetta Lucchese leggo la sentenza della Corte Federale di appello che dice :
    “- assegna alla URBS Reggina 1914 S.r.l., alla Matera Calcio S.r.l., alla Pro Piacenza 1919 S.r.l. ed alla AC Cuneo 191 S.r.l. il termine perentorio di giorni 10 (dieci), decorrente dalla data di pubblicazione della presente decisione sul Com. Uff., per depositare presso la Lega di appartenenza una nuova garanzia fideiussoria dell’importo di € 350.000,00, secondo le modalità previste dai Com. Uff. nn. 49 e 50 del 24.5.2018, ferme, in caso di inadempimento, le sanzioni di cui alla delibera commissariale n. 59/2018;”

    …e quindi noi che fine si fa visto che Ghirelli aveva detto che eravamo nella stessa situazione delle altre???

    • Pare che Ghirelli abbia concesso 10 gg per regolarizzare il tutto in via stragiudiziale.Mi è ignota la decorrenza,ma insomma.Chissà forse Tarzan da Londra ci potrebbe dare una mano .. Ma non sarebbe piu’ opportuno pensare fin d’ora ad una fusione col Ghivizzano ammesso e non concesso che finiamo il campionato?Guardate la Spal dov’è dopo la fusione con la Giacomense.

    • In effetti Lucca, hai ragione. Per ghirelli moriconi non aveva presentato nessuna nuova fidejussione. La corte federale ha giudicato sul ricorso di 4 squadre, avverso all’ invalidazione della Finworld, dando loro torto e 10 giorni di tempo dalla pubblicazione della sentenza per depositare una nuova fidejussione. La lucchese non viene nominata perché non era società ricorrente. Gazzetta Lucchese scriveva che noi avevamo sottoscritto una nuova fidejussione con una finanziaria ungherese ( Pannonia???). Resta da capire se è vero e/o se a ghirelli glielo hanno detto. A questo punto, immagino ( ma ci indovinerei di più giocando al lotto) che dal lato fidejussione noi non dovremmo tenere alcunché. Formalmente mi rimane un dubbio ( ma è roba da azzeccagarbugli) e cioè che non avendo noi fatto alcun ricorso, si applichino i tempi del dispositivo federale ( 30 settembre) e se noi abbiamo pagato il giorno successivo, potremmo essere leggermente sanzionati!!!!!! Quella sarebbe davvero una beffa ma oramai.

  2. Io proprio non capisco nemmeno Ghirelli che sostiene che cercherà di dare una mano alla Lucchese. Se fosse vero, dico io, ma perché allora non dà all’istante quello che la Lega deve alla Lucchese? Perché la Lucchese vanta un credito importante con la Lega, vero? Un credito ben superiore alla famigerata fideiussione mi sembra di aver capito dalla trasmissione Curva Ovest. E se Ghirelli, giustamente, volesse tutelarsi dai 3 furfanti non è che dà a loro i soldi (questo assolutamente no, nella maniera più assoluta), bensì li scala dai debiti della Lucchese nei confronti della Lega e paga gli stipendi ai giocatori direttamente. In questo modo magari i giocatori se ne stanno al loro posto e si arriva alla fine del campionato. Mi pare una soluzione logica, percorribilissima e di una semplicità disarmante. Poi ovviamente ci sarà da risolvere il problema societario, ma almeno ci prendiamo qualche mese in più di tempo e magari riusciamo pure a mantenere la categoria. Ma ci sarà veramente la volontà da parte della Lega di salvare la pantera dall’estinzione?

    • Dici cose sensate ma dovremmo conoscere bene i regolamenti federali e contabili per capire se è possibile. Per ciò che si sente dire persino lo stato ti fa fallire come ditta anche se vanta un debito nei tuoi confronti per rimborsi fiscali, figuriamoci se le federazioni sono da meno. Purtroppo l’ Italia è un paese pieno di assurdità, forse ha un solo difetto, è abitato dagli italiani!!!

      • Tutto giusto, ma in questi casi se veramente si vuole dare una mano al diavolo i regolamenti federali. Anch’io sono a conoscenza di ditte fallite per mano dello Stato che vantavano dei crediti nei confronti di questo, ma allora a che pro venire a Lucca a sostenere di voler trovare una soluzione? La soluzione Ghirelli ce l’ha in casa. Se i regolamenti attuali non vanno bene pensi a cambiarli alla svelta.

        • Se aspetti che cambino delle regole per la lucchese stiamo freschi. A mio parere non sarebbe nemmeno giusto, le regole di cambiano prima che si inizi a giocare. Comunque sia io non criticherei ghirelli per essere venuto a Lucca, mi pare sia la prima volta che accade una cosa del genere, almeno per noi. Ogni iniziativa è ben accetta se serve a salvare la lucchese e in fondo meglio se si muove il presidente della lega C e il sindaco, non storciamo il naso inutilmente. I crediti della lega verso la lucchese, in fondo possono anche essere una carota per possibili imprenditori seri. In fondo noi sappiamo solo ciò che appare (e appare quasi nulla), come sempre le manovre vere sono sempre sotto traccia.

    • Ghirelli è uno che non solo ha scelto come vice la Capotondi,
      non solo si presenta qui dopo tre mesi farfugliando sulla fideiussione ma aggiunge pure che bisogna attendere il dispositivo della sentenza…come si dice: tre indizi fanno una prova

      • Questi teniamo! Se pensi che il predecessore che non ha sistemato la Cosa, non ha saputo fare partire due gironi regolamente, lo hanno messo in federcalcio, a rimediare ad uno che dopo più di mezzo secolo non è riuscito a mandare ai mondiali l’ Italia.

        • E che, se non erro, si era fatto le ossa dirigendo i dilettanti, a lui gente come Blatter, Platini, Infantino gli facevano un baffo. Lui teneva rapporti con ben altri dirigenti e problematiche. Bastava sentirlo parlare per capire che era uno sprovveduto nelle abili mani della lega di serie A e dei presidenti delle società maggiori. Questi statene certi non sono da meno.

  3. Pare che moriconi abbia zittito tutti i dipendenti della lucchese. Mi chiedo, ma chi comanda? A cosa è servita la conferenza stampa di presentazione della nuova cordata che, come da visura camerale, detiene il 98% della lucchese? Mi pare che questo signore applichi la tecnica di tirare il sasso e poi ritirare la mano. Fa un accordo, lo presenta ai tifosi per vedere come la prendono e poi magari fa marcia indietro. Con grassini che ebbe gli applausi dei tifosi la lascio andare avanti, firmandone due di contratti!!!! Stavolta risiamo alle solite. Sicuramente inserisce nei contratti clausole rescissorie precise, altrimenti tutto sto frullare non sarebbe possibile. Gli stessi compratori, specie gli ultimi sono così motivati da non essersi più fatti vivi. Roba da briai! Io credo che ciò che sta succedendo a Lucca sia del tutto straordinario. Tutto accade perché nulla accada. Che iddio c’è la mandi davvero buona. Sempre abbia un minuto da dedicare a noi….

    • Sono d’accordo, il “puparo” di questa sconcertante situazione è sempre stato LUI e penso che agisca proprio nella maniera che descrivi….fa vari accordi, li presenta e se poi non sono graditi alla piazza…..magari li ritira; Tarzan, infatti, lo ha lasciato fare perché aveva ricevuto appunto gli applausi; però, io mi chiedo, quale è stato il senso dell’operazione Tarzan? essendoci già passati con Fouzi, quando parlava di Tanzania, miniere, grandi progetti ecc ecc, la cosa puzzava
      fin da subito e dopo qualche ricerca su internet, un sito più falso dei soldi del Monopoli, le prime scadenze, si è capito che questo tizio non aveva i soldi neanche per prendersi un caffè.
      Ripeto, per quale motivo lo ha lasciato fare? A mio avviso, l’unica risposta era e forse lo è ancora…..muoia Sansone con tutti i filistei!

    • Quando hai in azienda con più di un milione di debiti le opzioni sono tre o li paghi o trovi qualcuno che li paghi o fallisci con gli strascichi giudiziari che ne conseguono se qualcuno ci mette il suo nome o il suo faccione al tuo posto tanto meglio.io non so cosa abbia in mente moriconi una mia idea me la sono fatta ma la tengo per me di certo sta cercando la soluzione per lui più conveniente per uscirci più a testa alta possibile perché a Lucca poi ci deve continuare a vivere, con Grassini tutto era andato alla perfezione talmente troppo perfetto però che il nostro eroe non aveva nemmeno qualche migliaia di euro per iscrivere la squadra , è uno che prende una squadra a maggio per non iscriverla a giugno credo che avrebbe acceso molte lampadine nelle varie procure sulla serietà della cessione.credo che la squadra anche questa volta tornerà a moriconi e si continuerà a cercare un altro Grassini che abbia i favori della piazza, ma si torna sempre al punto di partenza una società con i debiti o si pagano p si trova qualcuno che li paghi per te(cosa impossibile nemmeno
      Dalle cordate del sindaco che al massimo aspettano di ripartire sul pulito)o si fa fallire.

      • Alessio, come un gioco dell’ oca ( già ricordato da altri),si torna a considerazioni che io ho già fatto a giugno/luglio. Se lucchesi poteva aver cercato di tirare un paccotto, come sostenevano alcuni allo stadio, stavolta la cosa non regge per cui credo che tu abbia chiarito bene le cose. L’ ho scritto più volte ma nessuno lo ha commentato, moriconi, a detta di persona coinvolta nei fatti ( sue dichiarazioni rese allo stadio) ha sottoscritto in autunno tre compromessi di vendita quasi contemporanei con tre diversi acquirenti. In affari non proprio un atteggiamento corretto o quantomeno, una grande indecisione.

    • Cosa doveva fare Livio.Qui non siamo di fronte a Berlusconi e Galliani che acquistano il Monza in cinque minuti e,dopo averne ripianato i debiti, in una botta sola fanno razzia dei pezzi migliori del mercato.Ma a un uomo in evidente difficoltà che cerca di tirarsi fuori da una situazione maturata quando inizio’ a prestare i soldi agli altri soci lucchesi prechè provvedessero a liqudare le spese correnti.Da li’ in poi è stata la commedia degli equivoci (seguita alla crescita abnorme della sua partecipazione) fino al calvario finale con i “border line “di Roma di seguito ai personaggi che abbiamo conosciuto questa estate.Leggo che ora il Washington Post rossonero ripone fiducia in Tambellini per una cordata di imprenditori buoni che presuppone la “retromarcia” di Moriconi.D’altra parte quando vendi per un euro,è piu’ facile anche ricomprare.(ma questo probabilmente era già scritto negli accordi,visura o non visura)

      • È ovvio che un imprenditore che si è trovato in carico una società in questa condizione abbia voglia di tirarsene fuori. È certamente un imprenditore capace e sa come comportarsi nel gestire situazioni critiche di questo tipo. Resta da capire se il trio di Roma è in grado di ripianare i debiti e rilanciare la lucchese o se la planera’, più o meno velocemente in tribunale. Sportivamente il futuro è di fatto meno importante, perché retrocedere in D ( cosa che reputo inevitabile a questo punto)con una società sanata, vuol dire giocare per risalire. Rimanere in C con una società decotta non porta futuro. Ripianare o portare i libri in tribunale è a mio avviso, fondamentale per capire anche come ne uscirà Moriconi. Il fallimento in tempi rapidi, sempre a mio avviso, potrebbe coinvolgere anche lo stesso Moriconi. Questo, penso che l’ imprenditore lucchese lo sappia benissimo, per questo, si lascia una via di uscita. Quello che, a sentir dire, non capisco è perché non ha mai voluto aprirsi agli imprenditori lucchesi che non hanno mai potuto verificare a fondo la situazione finanziaria e patrimoniale. Se ciò è vero, si capisce anche la totale mancanza di riscontri in zona e una qual certa assenza diretta dei sindaci. Può essere anche comprensibile da parte di un imprenditore lucchese non mostrarsi troppo di fronte a colleghi o anche concorrenti del territorio’

  4. quindi ricapitolando abbiamo sostituito una fideiussione falsa con una in ritardo altrattanto farlocca rischiamo otto punti di penalità e 350 mola euro da aggiungere ad una società già ampiamente indebitata ma la colpa sarebbe dei tifosi che hanno creduto in Grassini dei giornalisti che bene o male che sia fanno il loro lavoro io ci aggiungerei un po’ di colpa anche alla ricetta del buccellato che non si è saputa rinnovare e creare altre specialità e ai tortelli lucchesi buoni ma un po’ indigesti naturalmente la nostra vecchia o attuale società perché ancora bene non si capisce v e’ solo vittima degli eventi dei tifosi cattivoni e creduloni e della stampa complottista altrimenti ci avrebbero assicurato sicuramente un futuro radioso che peccato.domani e’ un altro giorno E si vedrà cosa succederà .

    • Alessio, per come l’ ho capita io ma chi ci capisce qualcosa è bravo, la nuova fidejussione , moriconi non l’ ha proprio sottoscritta, così almeno ha risparmiato i soldi. Resta comunque quanto da tempo vado dicendo, riguardo la necessità di un albo delle finanziarie riconosciute dalla federazione, con le quali sottoscrivere le fidejussioni. Cosa del tutto logica ma che per esserlo non verrà mai fatta, ovviamente.

      • La FINWORLD S.p.a. è un Intermediario Finanziario iscritto, sin dal 2001, nell’elenco speciale di cui all’art. 107 del D.Lgs. n. 385/1993 e s.m.e i. della Banca d’Italia, che esercita in via prevalente l’attività di concessione di crediti per firma sottoforma di rilascio di garanzie fideiussorie.

        Il Presidente del Consiglio di Amministrazione è il Prof. David Della Morte.

        La Finworld S.p.a. è sottoposta, così come le Banche, alla Vigilanza della Banca d’Italia.

        La Finworld si propone quale valido punto di riferimento per gli operatori del settore dei pubblici appalti in quanto era ed è in possesso dei requisiti previsti dall’art.75, co. 3, del D. Lgs. 12 aprile 2006, n. 163, come modificato dal D.Lgs. 19 settembre 2012, n. 169, essendo sottoposta a revisione contabile da parte di Società di Revisione iscritte nell’Albo di cui all’art. 161 del D. Lgs. n. 58/1998.

        La Finworld opera in campo nazionale sia direttamente con la propria clientela che per il tramite di una rete di collaboratori.

        Gli Amministratori ed i Sindaci della Finworld rispondono ai requisiti di professionalità ed onorabilità richiesti dalla normativa vigente.

        I bilanci della Finworld sono certificati da primaria Società di Revisione

        La sede della Finworld S.p.a. è via Lisbona, 11 – 00198 Roma

        • Io non ho mai detto che la polizza Finworld era falsa, ho solo detto che tale compagnia non era affidabile o titolata ad esercitare secondo il giudizio della federazione. Tanto che era stato dato un termine successivo per la sostituzione di tale polizza. Sostituzione che a quanto sostenuto dal presidente ghirelli non è avvenuta anche se moriconi aveva sostenuto di averlo fatto con un giorno di ritardo. Leggo adesso che le società, pena esclusione dal campionato, avranno tempo fino al 20 gennaio. Questi sono, direi, i fatti. Tutto il resto è opinabile, anche il fatto che una società abbia il diritto di adire alle vie legali per difendere la propria polizza Finworld, ovviamente con tutte le incertezze e costi che ne conseguono. Quello che io sostenevo era la necessità di avere da parte della federazione, non solo un albo delle persone legittimate ad operare nel calcio ( molto difficile da fare in modo corretto) ma di un albo delle società finanziarie che danno affidamento, così da evitare casi come quello Finworld. Per il resto del momento della lucchese non so davvero cosa pensare o cosa ipotizzare. La sensazione è che siamo di fronte ad una novella stucchevole e che nel tempo scopriremo aspetti che ci lasceranno felicemente disgustati. Salvo coloro che stanno aspettando di rientrare nei debiti che gli ultimi presidenti hanno fatto con loro. Questi sono già incazzati a prescindere.

          • Rispondevo ad una considerazione di Alessio,mentre condivido la tua proposta,anche se difficilmente praticabile perchè il mercato del credito è un far west,ed è per questo che alcune società in crisi di liquidità si rivolgono all’estero.Trovo comunque ridicolo che Ghirelli intervenga a cinque mesi dai fatti (e che alcuni ci speculino sopra in modo paesano)minacciando esclusioni,prima ancora che si sia svolta l’udienza di merito del Consiglio di Stato.Tuttavia il redivivo Galligani ci ha detto che si puo’ regolarizzare tutto entro il 20 gennaio e che a farsene carico dovrebbe essere il punching ball Moriconi.Tutti a casa,è meglio per tutti.Vedo che Galderisi ha già puntato “quelli buoni” della Lucchese.Finale goldoniano e paradossale.

          • Se credi sia difficile fare un albo delle finanziarie, figurati come sarebbe facile farne uno dei soggetti cui inibire di avere incarichi dirigenziali nel calcio professionistico. Capisco che le finanziarie siano un mare di squali ma la federazione deve prendersi le proprie responsabilità preventivamente e non ricusare società il giorno dopo che sono scaduti i termini per la sottoscrizione. Riguardo i nostri non capisco come ogni volta che Moriconi vende, il giorno dopo può rimettersi in moto per trovare nuovi acquirenti e riprendere in mano una società cui detiene oramai l’ 1%. O si tiene contrattualmente un diritto di riacquisto entro x giorni o in caso di certe inadempienze o è davvero tutta una buffonata. Riguardo ai giocatori che se ne vanno non capisco chi casca dal però. Stipendi di novembre e dicembre non pagati, nuovi proprietari che non garantiscono nulla, altre penalizzazioni mortali in arrivo, cosa dovrebbe fare un professionista? Cosa fareste voi come lavoratori dipendenti in condizioni simili, con qualcuno che vi offre altri posti più tranquilli e magari remunerativi? Noi siamo tifosi, loro lavoratori, onestamente non siano su livelli identici. La ns vita reale è fuori dallo stadio,la loro dentro.

    • La polizza non era falsa,è stata emessa quando l’attività di concessione è stata sospesa da una ordinanza sospensiva del Consiglio di Stato.

  5. Voglio ricordare che un fallimento con squadra salva in C consente di poter ripartire dall’ eccellenza (due serie dietro) , un fallimento con squadra retrocessa in D, vuol dire poter ripartire dalla promozione. Mi dite come è possibile che questa squadra possa salvarsi se ci danno altri punti per Finworld ( salvo radiazione come mi pare dica la norma. Fra l’ altro un’ altra con lo stesso problema è la pro Piacenza che certo non gli frega nulla di essere radiata) mancati pagamenti, giocatori bravi i che se ne vanno, così come la competitività della squadra? Forse ha davvero ragione Tony, quando dice, speriamo che Castelli non sia un bluff ed investa un poco di soldi . Diversamente la vedo davvero dura.

  6. Signori, purtroppo ancora una volta ho avuto ragione. Il problema non è l’arrivo di Castelli, ma la gestione Morriconi. Senza fideiussione, con 2 mesi di arretrati di stipendi da pagare e a 7 mesi di Menichini, la marea di debiti, dove vogliamo andare ? L’unica speranza è che Castelli abbia dietro una cordata disposta a investire nel calcio a Lucca. Speriamo che li lascino lavorare e alla svelta, altrimenti è la fine.

  7. A questo punto sapere di chi è la colpa, di chi ha sbagliato, Bacci, Moriconi, Tarzan, Il Trio Comico…ecc…ecc alla fine non serve a nulla, perché saremo NOI a finire nuovamente nell’inferno della Serie D o probabilmente ri-fallire e inizializzare dall’Eccellenza un nuovo ciclo, che, una volta tornati nel professionismo ci riporterà nuovamente dall’esatto punto di partenza…..una sorta di “gioco dell’oca” sportivo.
    Di discorsi se ne fa tanti, ma io penso, che l’unica speranza di salvezza dove aggrapparsi, sono a mio avviso, le fatidiche cartiere. Gli unici imprenditori, che possono salvare questo casino e dare un futuro luminoso alla Pantera, se volteranno nuovamente le spalle alla Lucchese, penso che al Porta Elisa ci si possa piantare tranquillamente le patate.

    • Non ho intenzione di spostare l’attenzione sulla politica quando qui si deve parlare solo di calcio…scusate ma il sistema è tutto sbagliato….i problemi sono delle amministrazioni comunali!!!
      Se ad una cartiera servono dei permessi per ingrandirsi la cartiera DEVE DARE UN CONTRIBUTO SUL TERRITORIO da impiegare in attività che riguardano la Città di Lucca!! Abbiamo tanti problemini ed un groso problema a Lucca ch riguarda lo sport, dalla pallacanestro , alla pallavolo, dal calcio, all’atletica…strutture fatiscenti che costano affitti ingiustificati alle società!!! Ma datele ad uso gratuito per 99 anni così vedrete arrivare imprenditori, facciamo un centro commerciale SERIO, possibilmente in uno stadio o in un palazzetto polifunzionale, con i soldi dei privati!! Ma lo vedete ai Gigli come è sempre pieno?? Ne beneficierebbe tutta Lucca! Anche gli affitti dei fondi in città scenderebbero!!!! Signori è arrivato il momento che la politica cambi rotta…ci siamo rotti le palle!!! Andate a casa se non sapete valorizzare una città come Lucca…Ma vi sembra normale che al campo Balilla ci siano ancora i lavori per levare lo stabilizzante quando tra qualche mese torna il Summer? Deturperato il paesaggio in uno dei punti più belli…ma una soluzione alternativa no eh?? Se vi spremete le meningi ogni tanto non vi fa male eh…poi fanno le riunioni con Ghirelli…la Lega …ma andate a CASAAAAAA!!!!!
      Che tanto ormai non cambia nulla!!!!! Siamo a pezzi!!! VERGOGNATEVI !!!
      Scusate lo sfogo ma io certe sfilate per fare notizia e basta non le sopporto….

      • Le sfilate le fanno tutti: c’è gente che dopo aver chiesto per anni che si agevolasse la Lucchese non facendole pagare lo stadio adesso chiede che il medesimo le venga tolto perché non paga…oggi il potere d’intervento della politica è bassissimo, a Lucca come altrove, tant’è che le società falliscono ovunque, anche in quei posti che venivano portati a modello da sedicenti opinionisti e giornalisti nostrani come Lumezzane

        • Ghirelli sarà probabilmente l’esecutore testamentario della Lucchese.Questa storia delle fideiussioni è vergognosa soprattutto perchè il provvedimento sanzionatorio arriverebbe a CINQUE mesi dall’inizio del campionato.Una specie di giustizia ad orologeria che peraltro fa a cazzotti con lo sconto della penalizzazione a meno 11.Poi c’è la faccia dura di Tambellini con la pagliacciata della minaccia della revoca,sbandierata dopo il pressing della lobby del trio Vincenti Pellegrini Galligani,con quest’ultimo ritornato protagonista dopo le dimissioni a suo tempo ventilate,ma evidentemente mai formalizzate.Miracoli del fantasma di Belardelli.(che fa rima con Ghirelli).Poi l’annunciata fuga degli eroi d’Arezzo (dopo i non brillantissimi risultati con Albissola e Pontedera),con un De Feo improvvisamente affetto da mal d’ansia.Insomma,finiamola qui.Meglio un dignitoso binario morto in stile Pro Piacenza.

        • Ol, hai ragione che la politica ha pochi spazi di manovra adesso ma è la vecchia politica, quella appunto che puntava a sconti su concessioni di stadi o piccolezze simili . Adesso la politica dovrebbe coordinare, promuovere o stimolare i privati ad intervenire. In questo do ragione a Lucca che vede interventi mirati di grande respiro. Guardate cosa hanno fatto a Torino Juve e Toro anche se in modalità diverse. La politica era partita bene coi sindaci di Lucca, Capannori e porcari. Era quello l’ ambito di lavoro. Una struttura moderna, creata da privati che accomuna SSE sport e spettacolo. Il Summer è una risorsa di Lucca, come i comics e tante altre manifestazioni. Il problema è che sono diventate enormi, non le regge più una città medioevale, chiusa dentro un arbitrato cerchio come Lucca.si operano interventi che cozzano con la bellezza di Lucca, creano problemi, caos. Certo,si lucra sugli affitti, si vende di tutto in tutti i posti, si guadagna in 20 giorni come in sei mesi magari mq, a mio avviso, non regge ciò. Sono guadagni che hanno gambe corte, considerando pure che interventi sul territorio di nuove strutture necessitano anni in Italia per essere realizzate. Quindi struttura polivalente al servizio della piana e lasciamo Lucca bella nelle mani dei turisti, dell’ Antiquariato, tanti altri mercatini e dei figuranti di halloween. Con certe premesse credo che privati che prendano una società di calcio fra C e B si possano trovare. Già avere lo stadio polivalente in proprietà è un guadagno sicuro, il resto verrebbe da se. Certo, come dice Lucca, se ogni realizzazione diventa un ‘ impresa se d’Alessandro minaccia di non fare più il Summer perché le difficoltà sono mille, chi prende uno stadio fatiscente come il porta Elisa e una squadra piena di debiti per portare 20 giovanotti a giro per Albissola, Gozzano, Alessandria, Pistoia, Siena, magari a promuovere sulla maglietta la carta igienica che viene promossa ogni giorno sulle TV nazionali.

          • Livio,
            Comics e Summer: non sono affatto manifestazioni che si esauriscono in 20 giorni: danno una visibilità che ti porti dietro tutto l’anno. C’era pieno di turisti anche in queste feste.
            Detto questa la politica non può più – come una volta – dare concessioni in monopolio per anni, deve – appunto – limitarsi alle picolezze.
            Quanto all’allargare l’ambito più facile a dirsi che a farsi: la C è un calvario per tutti. E lascerei pure perdere le ricorrenti chiacchiere sul polo cartario, visto che non più tardi dell’anno scorso è sparito il Modena nelle cui vicinanze c’è una certa Ferrari…
            Serve trovare un imprenditore per il quale buttare milioni ogni anno – perché di questo si tratta – sia come per un cittadino comune andare a fare una settimana di vacanza: senza star tanto a ragionare di fatturati, miniere e conti correnti

    • Caro Marco, è ovvio che gli imprenditori cartari e tutto l’ indotto sono gli unici che possono salvare e gestire la lucchese calcio. Se vediamo cosa è il Sassuolo piuttosto che l’ Empoli o il Chievo a Lucca potremmo avere, sotto l’ egida del comparto cartario, una squadra fissa in serie A, al massimo fra A e B. Potrebbe essere realizzato nella piana un impianto calcistico moderno, una bomboniera per 20000 spettatori, dotata di ogni servizio, parcheggi e negozi, in grado di ospitare anche i grandi eventi dell’ Summer festival senza creare il caos in città. Potrebbe ma così non sarà perché ai cartari non interessa impegnarsi in un progetto simile, i bottegai lucchesi vogliono il caos in città perché significa lucrare su ogni cm di superficie di vendita, perché gli immobiliaristi vogliono tenere alti i prezzi degli affitti e del mq. Perché in fondo pure i sindaci sono gelosi dei loro orticelli. Se qualcuno verrà tirato dentro la pantera lo farà controvoglia e nel giro di due o tre anni saremo punto a capo.Per Alessio la lucchese può dignitosamente vivere in C, flottando tra stipendi al minimo sindacale e bilanci parsimoniosi. Può pure essere anche se io ci credo poco perché il calcio in C è solo rimessa ma l’ obiezione maggiore che io faccio è che un imprenditore serio e bravo, per natura vuole investire per migliorare, non esiste l’ imprenditore bravo che vivacchiare, prima o poi il mercato lo spazza via. Poiché a Lucca esistono grandi potenzialità queste debbono entrare in sinergia. L’ ho già detto mesi fa. I mezzi, i luoghi, le intelligenze ci sono. Resta da capire se si vuole provare o meno. Da anni la risposta è negativa e quindi, dovremo accontentarci di viareggio- lucchese o lucchese-gavorrano, etc,etc.in fondo giocheremo almeno ad orari decenti. Magari ci saranno più spettatori di quest’anno.

  8. Con buona pace di tutti, a quanto affermato dal presidente ghirelli , moriconi non ha mai sottoscritto una nuova fidejussione in luogo della Finworld. Forse qualche magagna ce l’ avrà pure mangiafuoco?

    • Sarebbe bello salvarsi sul campo ma temo che non ci arriveremo…a breve arriverà la sentenza sulla Finworld e dopo sarà la fine…giocatori che vanno e giocatori che non arrivano, se non quelli più disperati di noi!
      Moriconi o Castelli che differenza fa? Uno verrà ricordato nella lista dei falliti, l’altro a breve tornerà nell’anonimato con le tasche un pò più piene…
      Quello che è stato dimostrato in questi ultimi 3 anni, a differenza di molti che dicono che la Lega pro è una rimessa, è che si può fare calcio in Lega Pro con pareggio di bilancio e con budget risicati all’osso! Figuriamoci con qualche milione di €…non servono scienziati, tattici o affabulatori, serve GENTE SERIA e che è pagata per fare una cosa molto semplice LAVORARE.

    • Mah.. tra luglio e dicembre ha tirato fuori almeno un milione tra iscrizione, ripianamento e stipendi e non sottoscrive una fideiussione da 30mila euro???
      Ci sarebbe da chiedersi se c’è o ci fa, oppure se l’han preso per il limone da spremere.

  9. io livio non credo che Lucca non possa stare tranquillamente in lega pro ,se una cosa ha dimostrato questi due anni, che si può fare calcio al minimo sindacale e i debiti come tutti sappiamo sono tutti della scellerata gestione bacci Galli; perché come dice moriconi e non ho ragione di dubitarne i debiti sono scesi nell ultimo periodo e non aumentati .l errore di moriconi e Paolo L accenna invece di parlare chiaro alla città dicendo ci siamo presi carico dei debiti, ma non siamo in grado di fronteggiarli, qualcuno li aveva messo in testa che poteva recuperare i suoi soldi ,ha allontanato tutti quelli che gli prospettavano una mano nella gestione delle spese ,la cava, di Matteo e forse ne dimentico qualcuno affidandosi a chi gli prometteva mari e Monti belardelli lucchesi Grassini ecc ecc rendendosi conto della grande cazzata fatta ha provato a gettare le colpe sui tifosi, che forse L unica colpa che possono avere essendo tifosi e’ sognare ad occhi aperti, ma poi questo incredibile finale ha riportato tutti i nodi al pettine con la squadra ceduta a tre personaggi un imprenditore fantasma e due associati a vicende calcistiche e anche finanziarie molto poco chiare.il finale e’ quello che tutti sapevamo e da anni ci aspettiamo questa società deve fallire perché nessuno serio si prende più di un milione di debiti sulle spalle.marchini dice che ci sono imprenditori lucchesi pronti a partire sul pulito in stile Arezzo o carrarese vedremo non ho alcune ragione di dubitare delle parole di un componente di palazzo orsetti che evidentemente avrà avuto o suoi collocqui formali e informali.di certo come dice livio i tempi devono essere rapidi uscito di scena il garante moriconi che non vedo perché dovrebbe riprendersi la lucchese e soprattutto i suoi debiti dopo aver fatto di tutto per appiopparli a qualcun altro,il comune Lucca in primis visto il credito che avanza ha tutte le armi per verificare se i soldi ci sono o sono quelli del monopoli come tutti temiamo e nel secondo caso muoversi velocemente per salvare il salvabile senza aspettare maggio.

  10. sempre lui può darsi ma con società ? Moriconi davvero si vuole riprendere una società con più di un milione di debiti che ha cercato di sbolognare a chiunque ? Che spunti dalle ceneri una società linda e pulita con buona pace di tutti i creditori ?lo scopriremo solo vivendo

    • L’esperienza di Moriconi dimostra che per fare calcio ti devi aprire alla città,promuovere la partecipazione allo stadio,fare un minimo di marketing per coinvolgere anche chi non è malato di calcio e tanto meno di Lucchese.Se non fai cosi’ prevale la filosofia del bunker e dall’altra parte un aggregato di furbi (giornalisti in testa) che vivono esclusivamente per demolirti e/o portare fantomatiche cordate di persone perbene in sede.Questo è accaduto la scorsa estate,cui Moriconi ha cercato di porre riparo il 14 luglio scorso con risorse sue proprie e in zona Cesarini.E’ stato un errore,probabilmente La Lucchese (come auspico l’illuminato ‘ Bacci)meritava l’Eccellenza e poi di fare la fine di Massese e Viareggio.Pertanto mi auguro che Moriconi revochi l’accordo con il trio vaticano (la situazione diventerebbe insostenibile anche sul piano dell’ordine pubblico) e consegni chiavi, marchio e debiti pregressi (non generati da lui) ad un comitato dei creditori garantito dai tre giornalisti di punta del territorio (Tronchetti,Vincenti e Pellegrini) e dal blogger di forzalucchese.net.Chissà che non venga fuori qualcosa di buono.A Moriconi chiederemmo un ultimo sforzo:pagare le competenze di fine rapporto ai giocatori e soprattutto all’allenatore,uomo di solidi principi.

      • L’ironia di paololu fa capire che qui o paga Moriconi oppure il crack è dietro l’angolo.
        Se poi, come nella conferenza stampa (?) ultima scorsa, i timonieri sono Pellegrini e Vincenti tanto vale chiamare Schettino.
        Resta comunque un mistero come mai queste visure camerali che vengono sfornate a getto continuo da Gazzetta2000 non siano mai state fatte ai tempi di Tarzan e del giardinier Ferruzzi.
        A proposito: spero che stasera sia invitato nello speciale Curva Ovest, dove venne accolto con ogni onore insieme al compare Lucchesi

        http://www.noitv.it/programmi/curva-ovest-del-14-6-2018-ospiti-fabrizio-lucchesi-e-gianni-ferruzzi/

        se l’ex Ad non sarà in grado di illuminarci sui risvolti societari o sulla fine fatta dal carnet di assegni da 70mila euro, potrà sempre indicarci la miglior cura da riservare dopo le feste agli alberi di Natale

    • Credo che il calcio in generale ma questo ns di C sia un pozzo di debiti senza fine. Hai voglia a fare progetti. Pensate ad una nuova società lucchese che nasce sulle ceneri del terzo fallimento. Altri due milioni di euro di debiti che si volatilizzano nel tessuto economico lucchese. La nuova società chi troverebbe disposto a garantire ritiri, trasferte, pranzi, etc, etc. Credo che sarà molto difficile trovare imprenditori lindi disposti ad entrare in verminaio come questo. Devi affidarti a persone border line,sperare che qualcuno provi ad investire qualche somma e che almeno paghi le pendenze che generano punti in meno. Vorrei ricordare che questa squadra ha già otto punti in meno e fatica disperatamente per recuperarli, che ne rischiamo già alcuni per la vicenda Finworld e certamente ci toglieranno i tre conquistati con la Pro Piacenza. Pensate davvero che ne possa sopportare altri come pare inevitabile? Ricordiamoci che se dobbiamo pensare ad un fallimento pilotato, questo è il momento, perché aprire una procedura a maggio ci porterebbe direttamente in Eccellenza ( a patto di trovare qualche imprenditore di buona volontà che la iscriva). Ebbi a dirlo a luglio, Lucca non merita campionati diversi da eccellenza/D. Inutile nasconderlo,non frega nulla a nessuno che non siano i tifosi. Forse un eccellenza potrebbe pure essere gestita da Lucca United che riesca a promuovere un trust di imprenditori tifosi. Oltre non lo so davvero, credo davvero che la ns massima ambizione potrebbe essere una D da mezza classifica/playoff. Ciò che mi risulta ostico da capire,visto che tutti osannano moriconi in quanto non colpevole di un euro di debito, perché non si faccia nulla per trattenerlo. Un presidente che in C riesce in due anni di gestione a pagare nei termini e non fare debiti, è un fenomeno,mosca rara. Dovrebbe insegnare a Coverciano. Non è che viene un poco troppo divinizzato?

  11. Moriconi c’ha l’1% (come Micheloni).
    Sarebbe il caso che costui e l’informatissima Capotondi si recassero da Castelli

    • OL. Non essere troppo caustico, credo che il presidente federale voglia avere notizie certe e definitive ( na parola) . Se è vero che il nuovo assetto proprietario è già registrato in camera di commercio, è inusuale che moriconi abbia nei passati giorni intessuto colloqui con altri potenziali acquirenti ( almeno così dice molta parte di stampa) . D’ altra parte come già detto moriconi nei mesi passati ha firmato tre compromessi di vendita a tre soggetti diversi….( Notizia certa perché riferita da parte in causa)

      • Gli stipendi,gli stipendi:ancor prima di fare la segnalazione alla Covisoc (auspicata dai nostri cronisti in versione “Mario Draghi”)) credo che Ghirelli voglia capire come abbia fatto Moriconi a non incorrere mai in alcuna penalizzazione.,salvo quelle determinate da inadempienze altrui ,ma attribuite dalla stampa a lui stesso.La sensazione è che sarà sempre lui ,a meno che Ottaviani non sia aiutato dallo Spirito Santo (viste le aderenze vaticane)

  12. … Moriconi c’avra da fare! Si presenterà il bassotto…

Devi loggarti per poter commentare questo articolo Login

Nuova pagina 1

Commenti recenti