|

Il centrocampista offensivo Edgar Albani lascia il ritiro della Lucchese

Il centrocampista offensivo Edgar Albani, classe 2001, ha lasciato il ritiro della Lucchese ed è rientrato definitivamente a Bergamo, la sua città.
Nessuna incomprensione con lo staff tecnico o con i dirigenti, nessun problema economico alla base della decisione del giocatore. Nessun caso, per essere chiari.
Semplicemente, Albani non ha retto alla lontananza da casa. I portoghesi e i brasiliani la chiamano saudade: malinconia, nostalgia. Albani per la prima volta nella sua vita lasciava la Lombardia per motivi calcistici, ma non si è adattato alla nuova vita e ha preferito tornare dalla famiglia, dai propri affetti, dagli amici di tutti i giorni.
A niente sono serviti i tentativi dei parenti più stretti e dei dirigenti di convincere Albani a rimanere a Lucca, dove il giocatore che il ds Deoma aveva prelevato dall’Atalanta sembrava stare bene e dove avrebbe avuto l’occasione per fare il salto di qualità dopo diverse positive stagioni disputate con le giovanili della Dea.
“Ci spiace che Albani abbia voluto andarsene – dice il presidente della Lucchese, Bruno Russo – perché contavamo su di lui. Ma il ragazzo è stato irremovibile: dopo appena poche ore
lontano dal suo ambiente ha sentito l’esigenza di riabbracciare i suoi, che gli mancavano immensamente. Ma non è un problema, cercheremo e troveremo senz’altro vari sostituti: stiamo seguendo alcuni profili interessanti e siamo certi di poter accontentare mister Monaco”.

www.Tifolucchese.com - Riproduzione Riservata

Url breve: http://www.tifolucchese.com/?p=24542

Pubblicato da il Ago 8 2019. Inserito nella categoria Tuttolucchese, Focus Rossonero. Puoi seguire le relative risposte tramite RSS 2.0. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

6 Commenti per “Il centrocampista offensivo Edgar Albani lascia il ritiro della Lucchese”

  1. Che Savona sia più vicina di Lucca a Bergamo credo sia tutto da dimostrare. È ovvio che i ragazzi che hanno giocato nelle primavere della A ,siano in genere fighetti,abituati solo ad allenarsi, diciamo siamo lontani anni luce dai ragazzi giapponesi o cinesi che puliscono gli spogliatoi prima di uscire e questo pure ai mondiali di categoria. Specchio dei tempi italiani e infatti si vedono i risultati della nostra società attuale. Detto questo mi chiedo in che forma era venuto a Lucca, niente contratto? Perché, altrimenti doveva trattare con la società, prima della finta fuga. L’ ho già detto, comunque, morto un papa se ne da un altro

  2. Ric, ci sono giovani abituati bene e forse era il caso del ragazzo A Lucca, almeno per il momento, i giocatori devono rimboccarsi le maniche, portare le borracce e forse, dico forse, lavarsi anche le maglie. Non voglio scendere in particolari o considerazioni personali, ma credo che il calcio di oggi, se preso solo ed esclusivamente come lavoro, vede troppi giovani “abituati bene”…. Spero di aver espresso il mio pensiero. Credo, infine, ce ci vorrebbe una bella rivoluzione in merito e che al piu’ presto si arrivi al semi professionismo anche in Lega Pro… Saluti.

  3. Per chiarezza potrebbe solamente essere che là neo società lucchese non abbia potuto dare le adeguate garanzie ad un giovane che si deve trasferire da un’altra città. Purtroppo essendo ancora in fase di definizione l’assetto societario, logistico oltre che residenziale e di trasporto è possibile che abbia portato il giocatore a fare altre scelte.
    Il tutto al di la del fattore prettamente calcistico.

  4. Uno qualunque

    Da Savona a Bergamo fai prima che da Lucca e costa meno, forse voleva essere più vicino casa e risparmiare qualcosina di quello stipendio che gli paga l’Atalanta.

  5. Opinion Lider

    Non abbiamo bisogno di quaquaraquà ma neanche di mezzucci e sotterfugi. la nostalgia non era tale visto che si è accasato altrove.
    La chiarezza è sempre ben accetta

  6. Risposta a chi pensa che i giocatori di calcio siano tutti come quelli dello scorso anno………..Nostalgia superata, giocatore da ieri già in campo con il Savona………meglio così, di quaquaraquà non abbiamo bisogno a Lucca.

Scrivi una replica

Nuova pagina 1

Commenti recenti