|

Il 30 Gennaio si decidono le sorti della Lucchese. Nessuna esclusione dal torneo in vista, non è prevista dal regolamento

Mentre la squadra prosegue la preparazione in vista della sfida interna contro l’Alessandria, le cronache sportive locali e nazionali riportano notizie piu’ o meno allarmanti riguardo la possibile esclusione dal campionato di diverse compagni, a causa delle note vicende legate alle fideiussioni.
Tra queste figurerebbe anche la Lucchese, che assieme al Pro Piacenza, il Cuneo e il Matera potrebbero – secondo molti – essere escluse dai rispettivi gironi.
Come ricorderete, la Federazione aveva intimato ufficialmente al Pro Piacenza, al Cuneo e al Matera di sostituire la precedente fideiussione presentata con una nuova entro il termine del 17 Gennaio.
Discorso diverso per la Lucchese, alla quale si rivolse direttamente, ma non formalmente, il numero uno della Lega Pro Ghirelli, il quale cito’ testualmente: Se fossi nella Lucchese presenterei una nuova fideiussione”.
Le dichiarazioni di Ghirelli vennero riportate dai giornali e da quel momento, nel bel mezzo del burrascoso passaggio di proprieta’ del club, le attenzioni dei tifosi si sono concentrate inevitabilmente sulle vicende societarie, fideiussione compresa.
Ma quanto rischia davvero la societa’ rossonera?
Solo dopo il 30 Gennaio, ovvero quando si riunira il Consiglio Federale,  ne sapremo di piu’.
Nel frattempo, pero’, ci siamo informati molto bene, andando anche a spulciare situazioni analoghe verificatesi nel recente passato.
Si tratta in realtà di uno specifico precedente, risalente alla stagione 2016-2017, con il Messina che sul campo si salvò pur privo di una fideiussione valida e la Vibonese che invece retrocesse in Serie D pur in possesso di tutte le carte in regola per partecipare al campionato.
Vibonese che fece ricorso, accolto dalla Corte Federale d’Appello che retrocesse il Messina all’ultimo posto in classifica.
La Lega Pro e la Figc, pero’, ricorsero al Coni sollevando un vizio di forma: insomma, tutto da rifare.
La Vibonese si difese e vinse nuovamente la vertenza, ma Lega Pro e la Figc presentarono ulteriore ricorso: l’obiettivo della stessa federazione era quello di evitare un maxi risarcimento ai calabresi.
Alla fine la Vibonese perse la causa (vicenda ancora pendente al Tar del Lazio), ma nello stesso tempo venne chiaramente alla luce un’evidente falla nel regolamento federale, ovvero: di fatto, non esiste una norma che permetta di escludere dal campionato chi vi partecipa senza fideiussione. Non esisteva nel 2017, non esiste oggi, due anni piu’ tardi, nonostante il “caso” Messina-Vibonese.
Escludiamo, dunque, che la Lucchese possa essere esclusa dal torneo, mentre non possiamo esprimerci o dare opinioni certe riguardo alla possibile multa di 350mila euro e agli otto punti di penalizzazione, ovvero a quando prevederebbe il regolamento in determinate situazioni. Attenzione: situazioni da valutare singolarmente evitando di fare il solito calderone all’italiana. 
A decidere, in ogni caso, sara’ il Consiglio Federale del prossimo 30 Gennaio, nel quale il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli e i rappresentanti dell’Aic, come annunciato negli scorsi giorni, spingeranno per un provvedimento straordinario per l’estromissione dei sopracitati club.
Insomma, per saperne di piu’ sul futuro societario servira’ quindi attendere il prossimo 30 Gennaio.
Fiduciosi, incrociamo le dita e dopo la vittoriosa sfida interna contro la Pistoiese, torniamo al Porta Elisa pensando solo ad incitare la squadra.

www.Tifolucchese.com - Riproduzione Riservata

Url breve: http://www.tifolucchese.com/?p=23764

Pubblicato da il Gen 26 2019. Inserito nella categoria Tuttolucchese, L'Angolo del Tez, Sotto la lente. Puoi seguire le relative risposte tramite RSS 2.0. Puoi lasciare un commento a questo articolo

1 Commento per “Il 30 Gennaio si decidono le sorti della Lucchese. Nessuna esclusione dal torneo in vista, non è prevista dal regolamento”

  1. Sarebbe un fatto gravissimo (l’esclusione alla 23 esima giornata) ed esporrebbe la Lega Pro (che non riesce a “dismettere” la Pro Piacenza) ad una serie infinita di ricorsi giurisdizionali.Ergo,carriera di Ghirelli finita prima di cominciare.Temo di piu’ il rappresentante dell’Aic,il cui scopo dichiarato è quello di svuotare la Lucchese (con lo svincolo dei giocatori)prima ancora di un provvedimento sanzionatorio.Ed è in sostanza anche quello che auspica il sindaco, che ha peraltro in canna il decreto ingiuntivo sullo stadio.

Devi loggarti per poter commentare questo articolo Login

Nuova pagina 1

Commenti recenti

  • Lucchese-Piacenza 1-2, tabellino (4)
    • Livio1952: Primo gol , netto fuorigioco di posizione e clamoroso rigore al 95′. Se vi pare poco.
    • alessio: Per motivi di lavoro non ero al porta Elisa .quindi non posso che aggregarmi ai vostri commenti .credo che...
    • paololu: Grande partita,meritavamo miglior sorte.Peccato anche aver perso per opera dell’agente provocatore...
    • Livio1952: Che il Piacenza sia più forte della lucchese è chiaro guardando la classifica ( a mio avviso, anche se mi...
  • Campionato Serie C Girone A 36ª Giornata (1)
    • Livio1952: Lasciate ogni speranza….. Confermata la sentenza. Già oggi avevo letto un articolo che metteva sullo...