|

I tifosi del Pescara annunciano proteste e contestazioni prima della sfida contro la Lucchese


Clima infuocato tra i tifosi pescaresi in vista della sfida contro la Lucchese.

I sostenitori biancoazzurri, infatti, hanno diramato un comunicato dove si annunciano proteste e contestazioni, prima del match di domenica contro i rossoneri.

Una contestazione mirata alla societa’, al presidente Sebastiani e alla squadra.

Alle ore 13.00 – si legge nel comunicato di “Gradinata Adriatica” – in piazza Salvo D’Acquisto, tutti i tifosi del Pescara che vorranno potranno aggregarsi per inscenare un corteo di protesta che arriverà fin dentro lo stadio per proseguire dagli spalti la propria dimostrazione.

“La situazione è insostenibile – prosegue l’annucio del gruppo “Gradinata adriatica” – . Il nostro Pescara non c’è più… non si può più continuare così”.

Nemmeno il presidente Sebastiani e’ escluso dalla contestazione, con i tifosi che chiedono a gran voce la cessione della societa’:

“Meglio ricominciare tutto da capo, ritrovando orgoglio, senso di appartenenza e soprattutto dignità sportiva… la categoria non è un problema e non ci spaventa.

Accederemo come sempre allo stadio, ci muoveremo insieme nel rispetto delle norme anti-covid (mascherine obbligatorie) verso il nostro Adriatico, ma facendo sentire a gran voce al signor presidente, che il Pescara è un patrimonio della città e tale deve tornare ad essere”.

www.Tifolucchese.com - Riproduzione Riservata

Url breve: http://www.tifolucchese.com/?p=28214

Pubblicato da il Nov 25 2021. Inserito nella categoria Tuttolucchese. Puoi seguire le relative risposte tramite RSS 2.0. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Scrivi una replica

Nuova pagina 1

Commenti recenti