|

Girone C, ennesimo deferimento per il Matera

Ci domandiamo: ma com’e’ possibile che la Federazione abbia accettato l’iscrizione al Campionato di Serie C di compagini che non erano in regola con le scadenze, con i pagamenti dei propri tesserati, allontanando, di fatto, chi, invece, come il Como, per esempio, era in regola con i pagamenti ed era disposto a versare denari freschi nelle casse della stessa federazione pur di essere riammesso, ripescato in Lega Pro?

Tutti i nodi, primo o poi, vengono al pettine e senza infierire piu’ di tanto sui responsabili delle verifiche che, a quanto pare non ci sono state (altrimenti certe squadre non avrebbero potuto iscriversi) ci chiediamo com’e’ possibile che un club come il Matera, per esempio, sia riuscito ad iniziare la stagione 2018-2019?

Dopo la prima penalizzazione scattata per il club lucano (otto punti) oggi e’ arrivata l’ennesimo deferimento per la societa’ del presidente Rosario Lamberti a causa di una serie di irregolarita’ amministrative che si riferisco alla scorsa stagione. Lo ripetiamo: alla passata stagione.

Nello specifico, il Matera Calcio, ha ricevuto il deferimento per responsabilità propria e diretta:

-per non aver fornito evidenza documentale, entro il termine del 24 agosto 2018, del versamento delle ritenute Irpef riguardanti gli emolumenti dovuti ai tesserati per le mensilità di maggio e giugno 2018 e dei contributi Inps riguardanti gli emolumenti dovuti ai tesserati per la mensilità di giugno 2018, e comunque per non aver documentato alla Co.Vi.So.C., entro lo stesso termine, l’avvenuto pagamento delle ritenute Irpef e dei contributi Inps sopra indicati;
per aver violato i doveri di lealtà probità e correttezza, per non aver fornito evidenza documentale, entro il termine del 24 agosto 2018, del versamento delle ritenute Irpef riguardanti gli incentivi all’esodo dovuti ai tesserati per le mensilità di maggio e giugno 2018, e comunque per non aver documentato alla Co.Vi.So.C., entro lo stesso termine, l’avvenuto pagamento delle ritenute Irpef sopra indicate;
 
-per non aver fornito evidenza documentale, entro il termine del 24 agosto 2018, del pagamento al tesserato Corado Gaston Ezequiel dei compensi – rata di giugno 2018 – dovuti a seguito dell’accordo di incentivo all’esodo, e comunque per non aver documentato alla Co.Vi.So.C., entro lo stesso termine, l’avvenuto pagamento dei compensi sopra indicati;
 
-per non aver fornito evidenza documentale, entro il termine del 24 agosto 2018, del pagamento degli emolumenti, ivi compresi i compensi professionali assoggettati ad IVA, dovuti per la mensilità di giugno 2018 alle altre figure professionali previste dal titolo I), paragrafo V), lettera A), punto 3) del C.U. 50 del 24 maggio 2018, e comunque per non aver documentato alla Co.Vi.So.C., entro lo stesso termine, l’avvenuto pagamento degli emolumenti sopra indicati;
 
-per non aver fornito evidenza documentale, entro il termine del 24 agosto 2018, del pagamento degli emolumenti dovuti, per la mensilità di giugno 2018, ai tesserati, ai lavoratori dipendenti e ai collaboratori addetti al settore sportivo di cui al titolo I), paragrafo V), lettera A), punto 1) del C.U. 50 del 24 maggio 2018, nonché del pagamento, entro il 24/08/2018, degli emolumenti dovuti a n. 5 tesserati(Giuseppe Giovinco, Francesco Urso, Nicola Strambelli, Mariano Angelo De Almeida, Mariano Stendardo) all’esito della definizione del contenzioso instaurato nei confronti della società, e comunque per non aver documentato alla Co.Vi.So.C., entro lo stesso termine, l’avvenuto pagamento degli emolumenti sopra indicati”.

Con questa nuova tornata di deferimenti il Matera, gia’ penalizzazto di 8 punti, rischia un’altra stangata. Forse altre 14.

www.Tifolucchese.com - Riproduzione Riservata

Url breve: http://www.tifolucchese.com/?p=23151

Pubblicato da il Dic 3 2018. Inserito nella categoria Le Altre. Puoi seguire le relative risposte tramite RSS 2.0. Puoi lasciare un commento a questo articolo

Devi loggarti per poter commentare questo articolo Login

Nuova pagina 1

Commenti recenti