|

Ecco la svolta, almeno si spera: Lunedì 18 Marzo la Lucchese dovrebbe cambiare proprietà

foto Alcide Lucca

Finalmente qualcosa si muove. Nel marasma generale che attanaglia la Lucchese Libertas 1905, giunge una notizia che potrebbe scongiurare la fine dei giochi, almeno per questa stagione, per il club rossonero.

Nelle ultime ore, infatti, un imprenditore edile romano con esperienza in società di Serie C avrebbe trovato l’accordo preliminare per acquisire, a una cifra irrisoria, la maggioranza del pacchetto azionario del club.

La quadratura del cerchio, secondo quanto riportato dal quotidiano Il Tirreno, dovrebbe trovare il suo culmine nella giornata di lunedì 18 Marzo, data in cui dovranno essere saldate diverse pendenze, tra le quali gli stipendi e i contributi dei tesserati rossoneri. Ma non e’ finita, visto che il nuovo proprietario della Lucchese dovra’ far fronte anche alle scadenze relative agli F24 arretrati di Novembre e Dicembre, la maxi multa di 350mila euro legata alla fideiussione presentata in ritardo e saldare il debito nei confronti del Comune di Lucca per l’affitto dello Stadio Porta Elisa.

Al momento non e’ dato sapere quale sia il nome dell’imprenditore interessato all’acquisto del club, ma da quanto e’ trapelato, nei prossimi giorni, dovrebbero iniziare dei colloqui tra il nuovo proprietario della Lucchese e le istituzioni cittadine.

www.Tifolucchese.com - Riproduzione Riservata

Url breve: http://www.tifolucchese.com/?p=24015

Pubblicato da il Mar 14 2019. Inserito nella categoria Tuttolucchese, Sotto la lente. Puoi seguire le relative risposte tramite RSS 2.0. Puoi lasciare un commento a questo articolo

12 Commenti per “Ecco la svolta, almeno si spera: Lunedì 18 Marzo la Lucchese dovrebbe cambiare proprietà”

  1. Dunque,il preliminare sarebbe già firmato.Notizia che striderebbe con quella fornita da Ceniccola.La garanzia potrebbe venire dagli organi federali (ma ne dubito) che in presenza di un cambio di sella con un progetto credibile non verrebbe azionata la ghigliottina di Robespierre Ghirelli dopo il mancato pagamento della multa fideiussoria.Lo scenario piu’ probabile è che Obbedio e compagnia oggi se ne vadano lasciando agli acquirenti una scatola vuota di cui ancora nessuno avrebbe chiesto formalmente il default.

  2. L”iter di acquisto non è ancora del tutto concluso”.Questa pennellata finale mi rende perplesso.

  3. Con quali soldi lo paga? Questa storia della Tanzania e della moglie, sconosciuto assessore in quota Lega a Siena, mi ronza fastidiosa da tempo nella mente….

  4. Opinion Lider

    Dal calcio all’arte: questo il recente excursus di Lorenzo Grassini, colui che la scorsa estate rilevò la Lucchese per indirizzarla sull’orlo del baratro in cui si trova attualmente, lasciando in eredità fidejussioni e spettanze non pagate e prime penalizzazioni.
    L’ex numero uno rossonero, residente a Londra con interessi in Tanzania e in Svizzera, è infatti in procinto di aquistare il dipinto Ragazzo con caraffa di rose, attribuito a Caravaggio e conservato, dal 1998, presso la Banca Svizzera Italiana: l’opera, pagata 30milioni di euro, torna quindi in Italia, dopo quattro secoli all’estero.
    La tela, un olio da 66X52,5 cm realizzato nel 1593, aveva lasciato il Bel Paese nel 1607, ceduta dalla famiglia Borghese agli inglesi Vernon, ma ora potrebbe presto rivedere la luce del tricolore: l’iter di acquisto, infatti, non è ancora del tutto concluso.
    A riferire la notizia è il quotidiano Libero.

  5. Il bello sono questi rinvii all’ ultimo secondo, con l’ idea di illudere la gente. Si firmerà un compromesso vincolante…..ma solo in presenza di determinate garanzie!!! Chi ca..volo può dare garanzie sulla lucchese? Il contratto sarà esecutivo il 25 marzo, salvo certe garanzie. Se ci saranno le condizioni, dopo il 25 parleremo e spiegheremo. Ma dopo il 25 la lucchese sarà già morta, sportivamente parlando.

  6. eccone un altro nucilli uno che ha provato a comprare tutte le squadre fallite d Italia a Siena si è presentato con un altra identita inventata ,conoscere gli amici che porta quel burlone di ceniccola e’ sempre un piacere .

  7. Le parole di Lombardo dimostrano ancora una volta che questo è un gruppo eccezionale di uomini veri. All’opposto di Muriconi che ci ha sempre rifilato bugie e ci ha ridotti come nessuno aveva fatto prima d’ora.

  8. Alessio , posso essere d’accordo con te su quasi tutto. Il discorso stadio è un’immagine, un simbolo, un progetto che serve per invogliare e dare risorse aggiuntive. Un modo per sopravvivere nel calcio di oggi, specie in terza serie. Hai parlato del progetto di Valentino/ Giuliani, chissà se la città glielo avesse fatto fare , adesso a che punto saremmo? Potrei ribattere che fallimmo proprio perché non poterono costruire lo stadio. d’Alessandro minaccia di non fare più il Summer,lo fa perché gli vengono messi i bastoni fra le ruote ma avete in mente cosa è la città di Lucca? È un unicum stupendo, racchiuso da murai intatte e un grande prato che le circonda . L’ armonia che rende Lucca desiderabile, godibile, sta proprio in questo equilibrio fra vivere pulsante, monumenti, commercio, bellezza naturale. Andare ad inserire in questo contesto i Rolling Stones,stravolge, sconvolge tali equilibri. Prato distrutto,piante tagliate per creare posti nemmeno tanto ottimi per l’ ascolto. I concerti in piazza Napoleone sono interessanti ma quanta gente possono accogliere? Con riflessi sui costi dei biglietti e profitto dell’ organizzatore.in uno stadio che puoi attrezzate per 30 giorni puoi risparmiare beghe amministrative, economie di scala,avere un’ acustica certamente migliore, così come migliore sarà l’ utilizzo del pubblico. Non parliamo nemmeno del caos auto e parcheggi che in uno stadio nuovo potresti abbattere totalmente. Il centro, potrebbe in quei giorni accogliere iniziative mirate sugli artisti e la musica, così da stimolare le visite senza forti traumi. Sono chiacchere lo so, ma se qualcuno decenni fa non le avesse fatte riguardo ai comics,adesso tale manifestazione non sarebbe la più importante in Europa. È ovvio che queste scelte competono ai privati ma senza l’ ok del pubblico e anche lo stimolo, in specie del comune , non si può fare nulla. La sensazione, da non lucchese è che la città,destra o sinistra,sia troppo condizionata da gruppi di potere, trasversali alla politica tradizionale, gruppi poco propensi a pensare in grande. Dimostrazione che anche dopo il fallimento precedente, gli imprenditori lucchesi costituirino una società che dovette partire dall’ eccellenza. La serie Di, che ci sarebbe tranquillamente spettata, poiché eravamo arrivati settimi nel campionato di lega Pro 1, era troppo onerosa per loro. Già in D, per poter vincere il campionato la società dovette essere venduta a Bacci. Probabilmente Pecchioli, con quel gol in recupero fece davvero il massimo degli sgarbi alla lucchese. Non siamo mai stati pronti per tornare fra i professionisti.

  9. Le bellissime parole di Lombardo lette su TuttoC mi hanno rincuorato.Chissàche domani non ce la giochiamo con l’armata della Sig.raDurio (!!!).E aprono anche una piccola crepa con le dichiarazioni di Obbedio,pronto a dichiarare il rompete le righe per lunedi in assenza di fatti nuovi.Chiaro che la permanenza dei giocatori sarebbe fondamentale per ipotizzare un futuro a breve.Per il resto,estrema unzione di Duccio Casini sulla Gazzetta dello Sport,piu’ che mai organo della presidenza di Lega Pro.

  10. livio sono 20 che sentiamo i soliti discorsi lo stadio nuovo mi risulta che L accoppiata Giuliani Valentini L abbia già provata con i risultati che tutti sappiamo.si parla di summer festival vanto della nostra città ma il suo creatore minaccia spesso di portarlo via per i bastoni sulle ruote e la burocrazia che si trova nella nostra bella città.il progetto c è già mi risulta, farsi qualche anno di eccellenza e prima di tornare fra i professionisti cercare di creare una parvenza di settore giovanile per autofinanziarsi sempre che la cosa riesca sennò ci limiteremo a galleggiare nelle categorie inferiori come molte altre realtà fanno.questo è il progetto che e’ stato pensato e che permettere anche di risparmiare parecchi soldini di messa a norma del nostro fatiscente stadio.ormai alle favole non credo più ,posso giusto sperare in una botta di culo di un investitore privato che ci sappia anche fare, alla fine anche bacci quando e’ arrivato era un signor imprenditore, evidentemente portiamo anche sfiga perché si è trasformato in uno sprovveduto che ha dilapidato parte del suo capitale e di quello della società che aveva comprato.su moriconi L unica cosa che fa arrabbiare e’ questo penoso teatrino messo su ,ricordo che dopo aver detto che aveva controllato personalmente le potenzialità di Grassini si è divertito a far scannare fra di loro i tifosi e dopo averla venduta ai romani ha dichiarato che le garanzie le dava lui perché comunque restava lui in società a vigilare.vigilare cosa?una quantità industriale di cazzate giochini giochetti Prese per il culo di cui nessuno sentiva L esigenza .se devi fare uno sporco lavoro fallo ma non pretende pure di passarci bene ,se ti capita una merda in mano puoi scegliere di prenderla e buttarla via o rotolarci giocarci scherzarci fino a smerdarti completamente e smerdare un intera città.

  11. Sei diventato più pessimista di me!!! Comunque vedo che hai mischiato concetti che io esprimo a vario titolo, da tempo. Ieri sera a curva ovest, persino Castagnoli ha lanciato una proposta che io da tempo vado sostenendo come unica possibile per il rilancio. Porta Elisa ceduto per un tempo lunghissimo ad imprenditori che lo ristrutturino e lo utilizzino in sinergia col calcio. Io sostenevo la necessità di farne uno nuovo , sotto l’ospedale San Luca, a mio avviso sarebbe costato meno ma credo che urbanistica il porta Elisa sia un poco compromesso. Tant’è, l’ idea guida rimane, come rimane la convenienza a svolgerci il Summer festival. Ho letto in questi giorni che anche grazie si concerti estivi , Lucca è stata inserita nelle 100 città al mondo dove convengono investimenti immobiliari di lusso. Una sorta di guida per investitori immobiliari del lusso che indica situazioni e luoghi dove i rendimenti degli investimenti immobiliari sono più redditivi. Esistono quindi presupposti, manifestazioni, perdonaggi, imprenditori, in grado di gestire un progetto multifunzionale che non faccia del calcio di C un poco probabile business.
    Sempre a curva Ovest ieri sera, tutti concordi nel fatto che un imprenditore onesto e non pazzo non comprerebbe mai questa lucchese. Se siamo tutti d’accordo su questa cosa, non vedo perché ci arrabbiamo tanto se moriconi ha venduto e chi ha acquistato o acquisterà non intende salvare la lucchese. Destino creato, fuggire non puoi

  12. Dato per scontato che nessuna persona seria può prendere una squadra, con più di un milione di debiti una multa da 350 Mila euro da pagare o da aprire comunque una battaglia legale, con uno stadio che cade a pezzi ,credo che ci vorrebbe almeno più di trecentomila ma forse anche quattrocentomila euro solo per pagare gli stipendi e ripartire con L ordinaria amministrazione per poter giocare in casa e fuori.allora che ci dobbiamo auspicare ? Visto che abbiamo avuto negli ultimi mesi tutti personaggi che si credevano furbi ma che poi hanno finito per farsela nel pannolino ,dalla fuga di Grassini prima ancora di iniziare a questi romani senza arte né parte ,ci può prendere per una volta un vero furfante un vero mafioso come si deve? Clan dei casamonica ,famiglie camorristiche di ogni genere terroristi trafficanti di armi ,siamo qui che vi aspettiamo, riciclate quello che dovete riciclare e Fate divertire gli ultimi mesi il malato terminale, con qualche spesa folle è insostenibile che mai nessuno pagherà fateci divertire .siamo arrivati al punto di dover rimpiangere fauzi che ci faceva mangiare merda dopo averci fatto assaggiare il caviale ,da diversi anni ci danno ormai da mangiare la merda e non sono nemmeno in grado di pagarla poi qualcuno si chiede perché lo stadio di Lucca e’ sempre stato più vuoto.fateci fare un annetto di pazza gioia e poi tornaremo alla nostra ormai categoria L eccellenza dove staremo per anni ma almeno con un bel ricordo. Si fa per ridere per non piangere ovviamente sportivamente parlando.

Devi loggarti per poter commentare questo articolo Login

Nuova pagina 1

Commenti recenti