|

E’ la fine. Nessun imprenditore lucchese disposto ad aiutare la Lucchese. Intanto i soci di minoranza preparano una denuncia contro l’Aigornetto Limited di Lorenzo Grassini

Grassini e Tambellini (foto Alcide Lucca)

Nessuna illusione cari appassionati tifosi della Pantera, a quanto pare nessuno e’ disposto a risollevare le sorti della Lucchese Libertas 1905 dopo la fuga del presidente Lorenzo Grassini.
Queste le ultime notizie giunte in redazione.
A quanto pare il sindaco Tambellini avrebbe provato a contattare il mondo della grande imprenditoria locale, ma avrebbe trovato solo portoni chiusi, sbarrati.

Il sindaco Tambellini, raggiunto e intervistato da DiTv.it, ha diciarato: “Non ci sono aziende disposte ad intervenire in soccorso della Lucchese, societa’ lasciata sull’orlo del fallimento dalla fuga di Grassini.

Nella giornata di ieri, si apprende dal sito del patron della Sicet, Arnaldo Moriconi ha provato l’ennesimo tentativo di smuovere la politica lucchese, ma l’Amministrazione comunale, sollecitata ormai dal febbraio 2017 (quando i soci lucchesi salvarono la società dopo la gestione Bacci) si è dimostrata ancora una volta incapace di trovare soluzioni.

Altre soluzioni di massima urgenza? La Holding? Le partecipate? Le Fondazioni bancarie? Nessuna strada sembra praticabile, e la vecchia gloriosa Pantera sembra proprio destinata a vivere il suo terzo fallimento.

Sullo sfondo di questa vicenda – si legge nell’articolo pubblicato da DiTv.it – si profila, da parte dei soci lucchesi, una denuncia nei confronti della Aigornetto Limited e dei suoi più stretti collaboratori.

www.Tifolucchese.com - Riproduzione Riservata

Url breve: http://www.tifolucchese.com/?p=21837

Pubblicato da il Lug 10 2018. Inserito nella categoria Tuttolucchese, Focus Rossonero. Puoi seguire le relative risposte tramite RSS 2.0. Puoi lasciare un commento a questo articolo

26 Commenti per “E’ la fine. Nessun imprenditore lucchese disposto ad aiutare la Lucchese. Intanto i soci di minoranza preparano una denuncia contro l’Aigornetto Limited di Lorenzo Grassini”

  1. Secondo me la soluzione più semplice, giusta e auspicabile è la seguente:

    1) Grassini restituisce tutto a Moriconi
    2) Lucchesi, Menichini e D’Urso si dimettono
    3) Moriconi e tutti gli altri soci coinvolti ricapitalizzano tutto come si deve (iscrizione, stipendi, debiti, etc.), ovviamente ognuno per la sua quota parte. In questo modo si mantiene la categoria
    4) Moriconi a quel punto, se vuole, vende a chi vuole lui e nessuno (tifosi in primis) interferisce

    Non si può togliere a Moriconi la libertà di vendere a chi desidera, se però lui ci garantisce il mantenimento della categoria.

    Credo sia un compromesso accettabile da parte di tutti (Lucca United compresa). Però, ripeto, Moriconi ricapitalizza tutto come si deve e gli altri soci si fanno carico della loro quota.

  2. Pare che da Firenze si muova qualcosa ,addirittura un-azienda,ma chiedono che Moriconi ricapitalizzi entro domani per tagliare fuori definitivamente il gatto e la volpe .Lo dice Bettucci,persona assolutamente poco credibile,ma io non mi rassegno all-Albinia e al Lamporecchio.Forza Moriconi.C-[ ancora qualche giorno di tempo prima di fallire.

    • Bettucci e il suo sodale sono appena stati rinviati a giudizio per aver spolpato la Coam spostando ingenti quantità di denaro verso la Lucchese.
      Guarda caso torna a farsi vivo con il fallimento alle porte

  3. Concordo con gli ultimi commenti dai quali mi pare venire fuori una logica ed equilibrata rassegnazione. Ho seguito in questi ultimi giorni un tutto contro tutti sulla vicenda belardelli. Ora pare che qualcuno lo invochi, tanto peggio di così!!! Mi pare di assistere alla scena del film di Totò e Peppino de Filippo “la banda degli onesti” quando devono decidere di produrre le banconote false. ” Siete d’accordo? Chiede uno? Come siete? Siamo d’accordo!!! Ecco ricordo bene che tutti, dico tutti alla firma del compromesso che paventava l’ arrivo di belardelli saltarono in piedi e dissero NO. Ora quindi non ci sono bravi o coglioni o siamo tutti bravi o siamo tutti coglioni. Potrei dire che io ero perplesso perché non conoscevo il personaggio, così come Grassini mi aveva favorevolmente impressionato. Al di là di questo io ho sempre detto,chi mette i soldi o deve rientrare ha il diritto di seguire le sue vie. Comunque bravo o coglione sono pure io. Vedevo onesto dire che,vista la mala parata, a questo punto potremmo pure scegliere di misurare la febbre pure a belardelli ma tant’è.

    • Nel disastro tutti hanno delle responsabilita’ nessuno escluso sono riusciti a
      rovinarci un sogno , la passione che c’ è in ognuno di noi tifosi.
      Personalmente seguo la LUCCHESE dal 1971 e dopo questa ulteriore batosta
      ( la terza in dieci anni ) cancellero’ dai miei interessi la squadra di LUCCA.
      Meglio tifare per le grandi squadre come fanno la maggioranza dei tifosi di
      terza serie JUVE INTER MILAN FIORENTINA è molto piu’ semplice.
      Ai vari personaggi che si sono succeduti dopo BACCI alla guida della societa’
      dico che è meglio se cambiate mestiere, si è vero avete fatto del vostro
      meglio , ma sempre troppo poco per quello che invece serviva.
      A MORICONI bisogna dire grazie per aver tirato avanti la baracca per oltre
      un anno ma gli addetti ai lavori sapevano che cosi’ non si poteva andare
      avanti.
      Ai tifosi dico che per fare calcio nelle serie minori ci vogliono i presidenti con
      la P maiuscola , con un bel portafoglio , con una certa conoscenza della
      materia e se sono onesti ovviamente è meglio .
      Purtroppo la realta’ dimostra che quanto più si va in basso ( serie C ) sempre
      meno gente seria circola, promettendo a destra e manca pagamenti e bonifici
      che quasi sempre non vanno a buon fine.
      I tifosi sono l’ultimo vagone del treno che marcia sempre meno spedito e
      devono prendere quello che passa il convento.

      • Sai qual’è il vero dramma, sportivo, ovviamente, di questa vicenda? Se sorgerà una nuova lucchese sarà una squadra senza speranze, senza futuro. Si miei cari, saremo una squadra che non punterà ad una promozione perché non potrà permettersela. Il calcio è gioia, voglia di vincere di mantenere una categoria raggiunta a fatica, i derbies storici. La pantera in Eccellenza non potrà gioire della categoria, non potrà aspirare alla promozione o il massimo traguardo sarà di copiare gli onesti campionati della massese in D. Avrà 10 derbies ma nessun Pisa, Arezzo, Siena,pistoiese, carrarese, etc. Dovremo davvero tifare solo per la maglia. È una lunga ed amara traversata quella che ci attende. Speriamo almeno che col tempo maturino le condizioni per proprietà forti e competenti.

  4. Inutile dare colpe a destra e sinistra, tanto la fine è purtroppo segnata e non si torna più indietro.

    Stimo Lucca United, sono tifosi encomiabili che hanno a cuore la pantera e in questi anni hanno fatto l’impossibile per la Lucchese.

    Però, seppur in buonissima fede, stavolta anche loro devono ammettere che con Grassini hanno preso un’enorme cantonata.

    Qualche settimana fa tutti (me compreso) a elogiare l’operato di Lucca United per aver scongiurato il pericolo Belardelli e aver indirizzato la cessione a Grassini.

    Tutti a dire che grazie alle verifiche su Grassini effettuate da Lucca United si potevano dormire sonni tranquilli.

    Io, da ignorante in materia, mi chiedevo: ma come faranno a fare delle verifiche di uno che lavora a Londra e ha interessi in paesi del terzo mondo (o giù di lì)? Su che basi poi? Avranno delle carte in mano? E che carte? Carte che gli ha dato lui? Sarà gente con i contro coglioni questa, pensavo. Ma io sono ignorante e non so niente di niente di queste cose.

    L’interrogatorio in occasione del primo incontro di Grassini con i tifosi, da parte (credo) di un commercialista tifoso di Lucca United, è stato poi una comica. Secondo molti in quell’occasione sono state fatte le bucce a Grassini, secondo il sottoscritto manco per niente. Chiacchere, chiacchere, chiacchere e solo chiacchere. Ci voleva ben altro (non so proprio cosa) per mettere in difficoltà uno che poi si è palesato essere un professionista senza tanti scrupoli.

    Lo dico non per polemizzare con Lucca United, ci mancherebbe altro. Voglio bene a Lucca United e li ringrazierò sempre per tutto quello che fanno. Ma per il futuro lasciamo perdere verifiche che non siamo in grado di fare. Oltretutto si è creato un clima per cui eventuali imprenditori locali se ne guardano bene dal prendere impegni di qualsiasi tipo con la Lucchese.

    Ve lo dico chiaro (e sono sicuro che ognuno di voi è d’accordo, se fa lo sforzo per una volta di mettersi dall’altra parte). Se io fossi un imprenditore locale (onesto) non avrei proprio voglia di sostenere il terzo grado da parte di tifosi incazzati per storie passate che non mi riguardano (in quanto non imputabili a me) e subire tutte le loro pressioni dovute a anni di angosce e delusioni. Oltre a questo, nel momento in cui dovessi decidere di vendere, vorrei avere tutta la libertà di poterlo fare alle mie condizioni e a chi dico io. Voi, se i soldi fossero i vostri, non vorreste lo stesso? Io credo di sì …. è che il tifoso a queste cose non ci pensa. Per lui un imprenditore è un coglione che arriva, butta i soldi dalla finestra (perché in queste categorie non c’è guadagno) e poi dovrebbe farsi da parte alle condizioni imposte dalla piazza.

    Infine mi domando: come ha fatto Micheloni, che stimo e ammiro per tutto l’impegno che mette per il bene della Lucchese, a non accorgersi che Grassini era un quaquaraquà? Negli ultimi tempi non l’ha frequentato con una certa assiduità? Questo mi fa pensare che Grassini sia davvero una persona molto scaltra oppure ….

    • Commento ineccepibile un conto e’ parlare con grande dispiacere degli evidenti dei fatti ed e’ indubbio che le indagine non si fanno facendo tre domande a gente spregiudicata che era preparatissima a ben peggio, un conto è sputare merda e sentenze su gente che ci ha rimesso parecchi soldi e che anche per quel misero uno per cento dovrà tirare fuori un altra cospicua cifra per non avere grane.comunque se il comune come ha ammesso candidamente non aveva nessuno per rilevare le quote, moriconi non voleva continuare, ora leggo numerose persone che volevano belardelli ma basta vedere lo staff per capire fine che avremo fatto io credo dobbiamo metterci tutti L animo in pace e speriamo in una ripartenza da qualche parte se così non sarà per quest anno tiferò personalmente tiferò ghiviborgo .

      • Il dispiacere per quanto mi riguarda è enorme, anche e soprattutto per quelle brave persone come Micheloni che ci potrebbero rimettere (e personalmente spero con tutto il cuore di no). E comunque non si tratta di sputare merda e sentenze, si tratta solo di dire con chiarezza che tutti i soci (chi più chi meno) che hanno appoggiato Grassini, seppure in buona fede (qualcuno), hanno fatto una gran cazzata e hanno contribuito (pur senza volerlo) a farci affondare.

        Quindi, dico solo, va bene prendersela con Grassini e Lucchesi ma anche tutti gli altri soggetti coinvolti (Lucca United inclusa) dovrebbero farsi un esame di coscienza, al fine in futuro di ricascarci nuovamente.

        A Grassini auguro di ritornarsene da dove è venuto (Londra? Congo? Mozambico?) e di non riuscire mai più a concludere affari in Italia (e non solo nel mondo del calcio).

        Personalmente spero anche che Bini e Nannini non avranno mai niente a che fare con la Lucchese del futuro. Il loro comportamento è stato a mio modo di vedere vergognoso nei confronti dei tifosi rossoneri (vedi il primo tentativo di vendere a Belardelli).

        Nessuno nomina Lucchesi ma a me sembra colpevole quanto Grassini. Voglio proprio vedere quale altra città lo accoglierà a braccia aperte ora … con questo curriculum. Ha voglia di ricordare i tempi di Roma, Empoli, etc. …. ora dovrà anche parlare dei tempi di Arezzo, Lucca, Pisa e chi sa quanti altri.

        • Concordo con Pacopyc.
          Aggiungo un paio di considerazioni: se è vero come è vero che quello che serve oggi sono solo i soldi e non i discorsi tipo “io l’avevo detto”, è anche vero che la gente che fino a venerdì mattina ha sostenuto a spada tratta Grassini sostenendo di sapere le cose, sarebbe bene per qualche tempo scendesse dal piedistallo e smettesse di sputare sentenze sul da farsi.
          Aggiungo inoltre che molti di questi nel corso degli anni hanno sotenuto tutti i peggio banditi succedutisi, quindi, se tanto mi da tanto, arrivasse Belardelli forse forse…

      • Grassini non non è nessuno e’ come Manenti un prestanome avrebbe potuto chiamarsi anche pinco pallino la vita e’ piena di questi personaggi squattrinati che vogliono fare la bella vita in cerca di soldi facili, quello che probabilmente ci rimetterà più di tutti visto che anche L inaspettata carriera della moglie potrebbe avere ripercussioni .lui ormai ha una faccia sputtanata non solo in Toscana ma oramai con internet le notizie volano ovunque si presenterà sempre che in giro per il mondo non prenda anche qualche ciaffata visto che gli manca già qualche dente (io spero di no perché sono contro la violenza) chi ci ha veramente guadagnato L ha fatto nel silenzio più assordante portandosi a casa cospicui contratti o non pagando quello che gli spettava .certo i tifosi sono passati da fessi e non e’ bello resta il fatto che se il padrone aveva deciso quel finale e di non ricapitalizzare nulla cambiava .livio faceva
        L esempio del presidente della pistoiese se domani mattina si alza decide che non vuol più spendere un euro per la squadra, compratori non ci sono o sono tutti banditi pensate che in ipotetica associazione di tifosi della pistoiese la possa salvare?utopiaaaa. Nel calcio conta solo la solidità di chi butta fuori i soldi tutto il resto i dipendenti i dirigenti i tifosi i giornalisti sono solo gente che può solo avallare o subiree decisioni ma non conta assolutamente nulla, anche se alucca qualsiasi piccola categoria si sente illuminata e di avere la realtà in tasca e di contare qualcosa quando non contiamo assolutamente nulla .questa nostra presunta superiorità morale che ognuno nel suo piccolo pensa di avere oltre a farci prendere le bastonate ci fa passare anche spesso da autentici coglioni ma vale un po’ per tutte le categorie indistintamente un vecchio difetto che ci portiamo dietro e’che forse ci porteremo sempre dietro .io come ho sempre scritto non mi sono mai legato a nessun gruppo perché farlo significa per forza dovercela avere con qualcuno quello c è L ha con tizio quello c è L ha con caio quello c è L ha con i giornalisti quello e’ troppo di destra quello e’ teoppo Di sinistra queste piccole guerre tra poveri che non servano a nulla se non ad alimentare il proprio ego .l unico che forse in questo momento potrebbe mettere d accordo tutti si chiama Riccardo maestrelli ma temo che abbia cose più importanti da pensare che alla lucchese .

        • Alessio ho portato l’ esempio del presidente della pistoiese perché la squadra è assimilabile a noi perché lui è unimprenditore locale e non ha paura dei tifosi perché i tifosi sanno che fa il massimo e, importantissimo lo fa per passione. Riguardo alle società dei tifosi è ovvio che non possono fare nulla per mancanza dei fondi. Però!! Lucca United ha fatto una piccola, immensa cosa. Dispone del titolo sportivo. Pensate cosa sarebbe adesso senza avere a disposizione il titolo sportivo? Tutti a cercare un altro nome, uno stemma. Pensate che se venisse gente non gradita potrebbe trovarsi a giocare senza la denominazione, stemma e nome.

    • Bel commento che approvo in pieno, tra l’altro non mi sembra neanche complicato cambiare alcune regole federali , ma che anche ogni singola società sportiva potrebbe adottare, che toccano direttamente queste società fantasma, inserendo una clausula che dica che devono avere delle solide basi di sostenibilità finanziaria….PUNTO. Così se non ci sono i soldi o devono arrivare da altre società non possono comprare niente se non ci sono le garanzie finanziarie…del resto quando si compra qualsiasi cosa e si va dal notaio ci vogliono i soldi o le garanzie…altrimenti è una buffonata com’è stato del esto! Una presa in giro…
      Quindi se Moriconi ha deciso di vendere la sua quota a Grassini o si è fatto imbambolare da Lucchesi & co. oppure è complice del fallimento e ne pagherà le conseguenze davanti alla giustizia. Noi popolo rossonero non possiamo fare niente….anche Lucca United può solamente tutelare il marchio ed i titoli ma non può fare altro…Il Comune per l’amor di Dio….lo sport in generale a Lucca è ai minimi storici da ANNI….quindi ci vogliono idee per strutturare le società dando in comodato d’uso gratuito gli stadi, i palazzetti , gli spazi e non chiedere le bollette della luce , dell’acqua e del gas a delle realtà che rappresentano la nostra città..che sia pugilato, atletica ,basket o calcio sarebbe bello se sotto un unico marchio LUCCHESE LIBERTAS!!!!! Cogliamo almeno questa occasione per ripartire TUTTI sotto altri auspici altrimenti tra 3 – 4 anni saremo alle solite!!!
      Il vero fallimento di Moriconi è stato il rifiuto di un progetto con Obbedio-Lopez improntato all’autofinanziamento con i giovani, ed in 2-3 anni saremmo arrivati al pareggio dei debiti valorizzando i giovani!!
      Ma del resto io sono di parte vero??

      • Te Lucca sei di parte perché con il calcio ci mangi e ci lavori e sai molte più cose di noi e’ evidentente se morriconi voleva continuare ad investire non esistesteva il problema, obbedio e’ solo un dipendente
        Bravo quanto ti pare ma solo un dipendente figurati se moriconi voleva stare a tirare fuori per tre anni soldi nella lucchese perché gli avevano detto che poi si sarebbe autofinanziata e i debiti arretrati chi li pagava? sai bene anche te che e’ pura utopia il problema e’ chi caccia i soldi tutto il resto e’ solo contorno .

        • Ma come è utopia…..???!!! I debiti pregressi li avrebbero pagati i giocatori venduti o valorizzati…..vedi Baroni €40.000) , Damiani (€15.000), Arrigoni(con Obbedio , un direttore serio, rimaneva…), Bertoncini (qui ci vuole un discorso a parte…avevamo un riscatto a € 10.000 ed un controriscatto del Piacenza a € 25.000…secondo voi è stato fatto valere il riscatto da Lucchesi???) Bortolussi, Parker (gratis) per non citare i soliti Nobile, Bruccini, Forte ecc…ecc…che hanno fruttato diversi soldini….
          avevamo 2 persone perbene ora anche se dovesse ricapitalizzare e rimanere in Lega pro con 12 punti di penalizzazione ma a chi la dai in mano ??Fuori c’è gente come Lucchesi……..a proposito ma dov’è il nostro grande DG….??? nessuna idea grande?? Sarai talmente stupito della situazione che devi pensare a cosa fare eh?? Mica rescinde lui…sieeeeeeeeeee
          Menichini e D’urso aspettiamo anche voi….ci vuole dignità nella vita!

          • se pagava altri tre anni si era tutti contenti ma la realtà e’ un altra i soldi sono suoi e ha deciso lui, ne io ne te ne obbedio ne Lucca United ne il padre eterno .

          • Mi risulta che dopo un paio d’anni di gestione Obbedio valorizzando i giovani, cedendo tutta l’argentiera di famiglia e con soli 4 giocatori sotto contratto il bilancio dica 450 di ripianamento + 300 e rotti degli ultimi stipendi.
            O si trova uno per cui buttare 1/2 milioni annui in una società di C sia come per un normale cittadino spendere qualche centinaio di euro quando ci sono i saldi, oppure si fallisce.
            C’è poco da fare

          • parole sante

          • Che mi dici dei giocatori sotto contratto,mi pare Cardore Cecchini,Bortolussi, Palumbo e ovviamente Fanucchi.

    • Concordo con tutto quello che hai scritto Pacopyc e anche con Livio e Opinion Lider: ripartiamo dal pulito dei dilettanti (Eccellenza, Promozione o quel che sarà) senza arrovellarci su Belardelli sì, Belardelli no. Il salvatore della patria non esiste a cose normali, figuriamoci nella situazione in cui siamo, dove ulteriori avvoltoi, iene e sciacalli non vedrebbero l’ora di buttarsi a capofitto, garantendoci magari il professionismo per 1 anno, per poi ritrovarci a giugno 2019 nella stessa situazione di oggi.

  5. Chiaramente si parla dell’oggi, per il futuro ci sarà tempo e modo di sbizzarrirsi.
    Va comunque detto che gli imprenditori hanno la memoria lunga: il trattamento ricevuto da Moriconi – GdL oggi scrive che “non vuole più saperne di minacce o di proteste sotto casa o allo stadio” – non è molto incoraggiante, Il tutto a non considerare la fine fatta negli anni dai vari imprenditori lucchesi (e non) succedutisi alla guida della squadra.
    Quindi calma e gesso

    • Carissimo, il dr. Orazio Ferrari, presidente della pistoiese, imprenditore locale non mi pare che si lamenti di dover subire insulti, gazzarre sotto casa o ufficio. Probabilmente il segreto è di fare le cose, seppur modestamente (in fondo i risultati dell’esame due squadre si sovrappongono) cercando voi pochi soldi di mantenere la categoria. Per onestà ricordo che lo scorso anno durante la trasmissione curva ovest uno degli ospiti evidenziò come uno dei motivi del mancato impegno degli imprenditori lucchesi era proprio la paura di vedere contestazioni sotto casa o fuori della fabbrica.

      • Dobbiamo anche dire che il preside della pistoiese è un appassionato mentre Moriconi, a quanto pare, ci si è trovato dentro controvoglia e senza passione.D’ altra parte dobbiamo dare atto che i famosi soci lucchesi furono accolti come salvatori della patria, avendo ereditato da Bacci una situazione debitoria consistente. Ricordiamoci che lo stesso Bacci disse che avrebbe assicurato la sola iscrizione in Eccellenza. Di fatto abbiamo ritardato di due stagioni. Pensate se fosse rimasto Bacci a quelle condizioni. È stato rinviato a giudizio proprio in questi giorni per distrazione di fondi verso la società proprietaria della lucchese.

  6. Ma è completamente rintronato, rincoglionito o cosa?? E’ chiaro che nessuno potrà mai entrare in una simile società, che ovviamente fallirà, qui si tratta come scrive “Livio1952” di creare una NUOVA società ed iscriverla alla Serie D.
    Ci sono imprenditori interessati a fare questo o bisogna chiudere il Porta Elisa definitamente?

    • Marco purtroppo non mi farei illusioni di serie D. Se non è cambiata regola, le società fallite se chiedono un, iscrizione ricominciano due serie sotto, quindi eccellenza. Francamente mi pare pure una impostazione sensata

  7. Denuncia,denuncia, mettigli il sale sulla coda. Signori, tutti i tasselli si stanno mettendo al loro posto. Era ovvio che gli imprenditori avrebbero detto no. Caro Sindaco, hai sbagliato domanda. Siete disponibili a finanziare una nuova società dilettantistica? Come comune negheremo ad altre società di utilizzare il porta Elisa. Questo doveva chiedere. La lucchese attuale è morta, finita signori miei.

Devi loggarti per poter commentare questo articolo Login

Nuova pagina 1

Commenti recenti