|

Crisi economica dei club. Dopo il 16 Febbraio si tireranno le prime somme

Pietro Lo Monaco, dirigente sportivo, allenatore di calcio, imprenditore ed ex calciatore italiano

L’ex amministratore delegato del Catania Pietro Lo Monaco è stato protagonista di un’intervista molto interessante trasmessa da One Station Radio, dove il dirigente di Torre Annunziata ha parlato del Fair Play Finanziario nel Calcio Italiano, ma anche del mancato sostegno economico alle societa’ del calcio minore.

Per l’ex dirigente tale situazione può essere regolamentata solo dalla Fifa che, nello specifico, dovrebbe interessarsi anche alle serie minori.

La pandemia da coronavirus e la conseguente crisi economica ha riguardato soprattutto le piccole società – ha proseguito Lo Monaco – e le conseguenze dei mancati interventi a sostegno dei club si vedranno a breve”.

Ma andiamo per ordine.

Fermo restando che dalle notizie in nostro possesso sarebbero molti i club che non sono riusciti a far quadrare i conti, dopo il 16 Febbraio la situazione generale, diffusa, sara’ sicuramente piu’ chiara, piu’ limpida per tutti. Una carneficina….

In molti parlano di veri e propri terremoti, con le attuali classifiche dei vari campionati che potrebbero subire importanti rivoluzioni, dovute a penalizzazioni piu’ o meno cospicue. Esiste, infatti, anche la norma da applicare in caso di recidiva. Recidiva che potrebbe comportare ulteriori punti di penalizzazione in classifica.

“Stiamo attraversando una situazione economica gestionale molto complicata. Senza un aiuto da parte dei vertici del calcio saranno in molti a pagare pegno – ha proseguito Lo Monaco – Con i ricavi azzerati e la crisi incombente, com’è possibile riuscire a far quadrare i conti senza un sostegno concreto?


Le società saranno tenute ad adempiere ai loro pagamenti entro la scadenza inderogabile del 16 Febbraio prossimo, ma vista la situazione piu’ che generalizzata – ha concluso Lo Monaco – ci troveremo presto a fare i conti con l’oste, ma senza soldi per pagare il conto”.

Il Consiglio Federale, dopo aver approvato e diramato il Comunicato Ufficiale n. 73/A del 10 Settembre 2021, nel quale si specifica che sono stati sospesi per il periodo Novembre-Dicembre 2021 la dimostrazione del versamento delle ritenute Irpef e dei contributi Inps dovute ai tesserati, ai lavoratori dipendenti, ai collaboratori addetti al settore sportivo con contratti ratificati, nonché alle altre figure del Sistema delle Licenze Nazionali relativi alle sopracitate mensilità ; ivi indicato e fino a nuova determinazione, adesso presenta il conto, specificando che entro e non oltre il prossimo 16 Febbraio 2022, dovranno essere dimostrate, carte alla mano, il rispetto dei versamenti delle ritenute Irpef precedenti, ovvero quelle relative alle mensilità di Marzo, Aprile, Maggio, Giugno, Luglio, Agosto, Settembre e Ottobre del 2021 ed il versamento dei contributi Inps relativi alle mensilità di Giugno, Luglio, Agosto, Settembre e Ottobre 2021.

Il mancato rispetto del termine del 16 Febbraio 2022, comporterà l’applicazione, a carico della società responsabili, della sanzione di penalizzazione in classifica di due punti, da scontarsi nella stagione sportiva 2021/2022.


Ma non e’ finita.

Il secondo step scatterà il 16 Maggio, con le società, comprese quelle di Serie C, che dovranno dimostrare ai fini dei controlli federali, l’avvenuto versamento delle ritenute Irpef e dei contributi Inps relativi alle mensilità di novembre e dicembre 2021.

Anche in questo caso, il mancato rispetto del termine del 16 maggio 2022, comportera’ l’applicazione, a carico delle società responsabili, della sanzione della penalizzazione di punti (due) in classifica, da scontarsi nella stagione sportiva 2022/2023.

Insomma, la situazione economico amministrativa generale di molti club, almeno in Lega Pro, non risulterebbe delle migliori, dunque e’ piu’ che probabile che molte societa’, anche del nostro girone di Lega Pro, si troveranno a fare i conti con scadenze e pagamenti mancati.

Scadenze e pagamenti saltati che comporteranno penalizzazioni piu’ o meno importanti nella stagione in corso.

Non a caso c’e’ gia’ chi parla, racconta, di vere e proprie “rivoluzioni delle classifiche”.

www.Tifolucchese.com - Riproduzione Riservata

Url breve: http://www.tifolucchese.com/?p=28514

Pubblicato da il Feb 1 2022. Inserito nella categoria Tuttolucchese, L'Angolo del Tez, Le Altre. Puoi seguire le relative risposte tramite RSS 2.0. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

3 Commenti per “Crisi economica dei club. Dopo il 16 Febbraio si tireranno le prime somme”

  1. Da quello che so noi dovremmo essere in regola con le scadenze, tutte, mentre si vocifera che ci sono almeno tre o quattro squadre del nostro girone che rischiano.

  2. Se fosse per certa gente , si dovrebbero comprare punte da 100000 € a stagione e che con i contributi sono 200000 , con lo stadio senza tifosi e con l’amministrazione comunale che sogna di vedere finalmente la fine del calcio professionistico in questa città dove è importante il festival della sintesi , la mostra delle padelle forate per le castagne e i campionati di chi la fa più lontano .. benedetta questa società che mi fa vedere un bel calcio , mi fa fare trasferte in belle città con stadi da serie A e fino a questo punto , paga stipendi , contributi , ha una buona squadra femminile e conta circa 300 ragazzi nel settore giovanile . Sosteniamoli invece di gettare palate di sterco addosso a chi fa tutto questo . Queso è il mio pensiero . Passo e chiudo .

  3. Queste sono le cose importanti. Vediamo chi ha lavorato più seriamente, anche se in queste condizioni è terribile per tutti.

Scrivi una replica

Nuova pagina 1

Commenti recenti

  • Fermana-Lucchese 1-0, tabellino (5)
    • Uno di curva: Roba da rutti. Non sé fatto un tiro in porta. Ma che gli dirà Maraia ai giocatori? Mister ma lo sai che...
    • Livio Fantozzi: Cronaca inesistente per una Lucchese inesistente. Per la peggiore prestazione dell’ anno niente...
    • Samuele: Un grande applauso a questi morti in campo…anche oggi siete riusciti a fare zero tiri in porta...
    • Daniele: Considerazioni del 45′: Siamo completamente al non so che pesci pigliare… ancora esperimenti, di...
    • Gibbo: Primo tempo da vomito. Mosci, senza palle già in partenza e anche dopo il gol preso (su palla inattiva...