|

Cessione Lucchese: realtà o utopia?

Arnaldo Moriconi, patron della Lucchese Libertas 1905

Mesi difficili per la Lucchese, alla prese con una situazione societaria ingarbugliata e in attesa di passare di mano: a tal proposito, negli ultimi giorni si sono succedute voci insistenti su una presunta trattativa fra l’attuale proprietario del club, Arnaldo Moriconi, e un potenziale acquirente il cui nome, però, non emerge.

In occasione del secondo incontro della Commissione speciale per i rapporti tra il Comune di Lucca e la Lucchese Calcio, lo scorso 29 ottobre a Palazzo Santini, in presenza dell’amministratore unico Bini e dell’assessore Stefano Ragghianti, si è parlato infatti della possibile vendita del club, ma non solo: sono tanti gli argomenti toccati in quella sede, sia relativi alla gestione attuale che al futuro della principale squadra calcistica cittadina.

“Non mi sembra giusto svelare trattative private” ha dichiarato Moriconi, “ma qualcosa si muove”. Dopo le smentite di qualche giorno fa, a sentire il proprietario del 99% delle quote del club, dunque, c’è qualcuno interessato all’acquisto del club cittadino, ma il nome – e le sorti della trattativa – restano avvolte da un alone di mistero.
Durante la discussione, è saltato fuori anche l’argomento relativo all’aiuto del Comune nei confronti della società: “Il Comune non può dare soldi a tutti, deve spingere sull’imprenditoria lucchese, se qualcuno avesse la volontà di darsi da fare, come me, le cose andrebbero meglio” ha affermato ancora Moriconi, chiarendo che la vendita della squadra è tutt’altro che semplice.

La volontà di Moriconi, ribadita ancora durante l’incontro, è di non svelare ancora nomi e indiscrezioni della trattativa in corso: “Le trattative tra privati si fanno tra privati, ci sono dei discorsi in corso”. La reticenza ad approfondire l’argomento, dopo il caso Grassini di quest’estate, è abbastanza comprensibile”.

Tra gli altri argomenti toccati, il pagamento degli stipendi ai giocatori: “Tutti sono pagati regolarmente, altrimenti avremmo ricevuto altri punti di penalizzazione” ha dichiarato, aggiungendo di non attendersi più di 6 punti di penalizzazione e, in ogni caso, affermando la volontà di ricorrere contro le penalità.

Oltre che sulla cessione del club, Moriconi e l’assessore Ragghianti sono stati incalzati da alcuni consiglieri comunali, fra cui Marco Martinelli e Fabio Barsanti. Gli argomenti hanno riguardato la gestione della società lucchese tout court.

Barsanti ha per esempio chiesto chiarimenti sulle voci che testimoniavano il mancato pagamento di diversi componenti del settore giovanile, obiezione respinta dal proprietario del club, così come la richiesta di delucidazioni da parte di Martinelli a proposito della preoccupazione di molti genitori di non veder finita la stagione dei propri figli. “Abbiamo preso 50 ragazzi dal Prato e li abbiamo inseriti nella Lucchese” ha ribattuto Moriconi.

Altro tema spinoso, la gestione dello stadio e la riqualificazione dello stesso: l’assessore Ragghianti ha esplicitato la volontà sì di rinnovare la convenzione con la società fino al 2022, ma anche di ridefinire i rapporti al netto dei debiti e dei crediti di società e Comune. L’accordo, comunque, pare possibile.

Lato settore giovanile, infine, è stato firmato un contratto di gestione da parte della Lucchese femminile e della Lucchese giovanile, che insieme hanno dato vita l’ASD Libertas.
Carlo Bini, l’amministratore, tuttavia frena i facili entusiasmi: “Moriconi agisce in proprio, ma parlare di vendita oggi non è possibile”.

La Lucchese, in attesa di conoscere il suo destino societario, si prepara ad affrontare non senza difficoltà il resto della stagione, come dimostrano anche le quote di BetStars per Serie C e Coppa Italia: l’obiettivo di disputare un buon campionato comunque rimane.

E in effetti, la Lucchese, al netto dei disordini societari, si è tolta qualche bella soddisfazione: domenica 28 è arrivata una bella vittoria contro la Juventus B, i “fratelli minori” della squadra che sta dominando in Italia da anni dopo una partita spettacolare. Protagonista il giovane De Feo, autore di una doppietta e di una prova superba. I prossimi impegni non saranno facili, ma il tecnico Favarin ha allestito una squadra giovane e combattiva: le speranze di fare un campionato dignitoso, per i rossoneri, rimangono intatte, in attesa di conoscere il futuro societario.

www.Tifolucchese.com - Riproduzione Riservata

Url breve: http://www.tifolucchese.com/?p=22826

Pubblicato da il Ott 31 2018. Inserito nella categoria Tuttolucchese, Focus Rossonero. Puoi seguire le relative risposte tramite RSS 2.0. Puoi lasciare un commento a questo articolo

Devi loggarti per poter commentare questo articolo Login

Nuova pagina 1

Commenti recenti

  • Lucchese-Siena: ecco come acquistare i biglietti (5)
    • alessio: opinion io nel 79 nemmeno ero nato non fatico ad immaginare che c era un concetto di violenza diverso da...
    • Opinion Lider: Alessio, purtroppo ricordo il derby del 1979 perché lo vidi dalla gradinata. Chiunque ci fosse ti...
    • alessio: Ho già risposto in un altro post i tifosi vecchi ci sono e sono i 1000 che solitamente riempiono il porta...
    • Livio1952: Si OL, sono previste adunate oceaniche di tifosi. Si parla del tutto esaurito…..7000 spettatori....
    • Opinion Lider: Immagino che domenica Gazzetta2000 e politicanti di complemento organizzeranno un altro tentativo di...