|

Brutto episodio al termine di Pescara-Lucchese. Il difensore Giuseppe Rizzo rischia una lunga squalifica

I tifosi rossoneri all’Adriatico di Pescara

Al termine della sfida tra Pescara e Lucchese, finita a reti inviolate e tra gli applausi dei tifosi rossoneri e i fischi di quelli di casa, ci troviamo costretti a riportare un brutto episodio di violenza gratuita accaduta in campo al termine della partita.

Un gesto plateale, capitato a pochi passi dal direttore di gara e di fronte a centinaia di spettatori e visto da tutti quelli che oggi seguivano la partita in diretta sui canali tematici o in tv su Sky.

Terminata la partita, il centrocampista del Pescara, Giuseppe Rizzo, ha colpito con un pugno il difensore della Lucchese Marco Bellich. Cartellino rosso per il giocatore biancoazzurro e grande parapiglia in campo con tafferugli e spintoni tra gli occupanti di entrambe le panchine.

Solo l’intervento degli steward e quello dei dirigenti di entrambe le formazioni ha sedato gli animi.

Situazioni viste piu’ volte nei campi da calcio, specialmente quando una squadra, nello specifico il Pescara, sta attraversando un periodo di criticita’ e con i tifosi che da settimane sono sul piede di guerra per i mancati risultati.

Tutto prevedibile, comprese certe reazioni sconsiderate, ma arrivare a colpire con un pugno un avversario al termine di una partita, davanti all’arbitro e a tutti gli spettatori ci pare cosa molto grave.

Ricorderete bene quanto accaduto all’ex tecnico rossonero Giancarlo Favarin nel Gennaio del 2019, quando al termine della sfida interna contro l’Alessandria colpi’ con una testata in pieno volto Gaetano Mancino.

Una reazione, quella dell’allora tecnico della Lucchese, che gli costo’ ben 5 mesi di squalifica. Cinque mesi!

Non vogliamo entrare nel merito o fare paragoni, per carita’, ma e’ giusto ricordarlo.

Il direttore di gara, il Sig. Bogdan Nicolae Sfira della sezione di Pordenone era a due passi da quanto e’ accaduto, dunque possiamo sicuramente escludere che non abbia visto.

Non vogliamo infierire su nessuno, ci mancherebbe, ma certe situazioni, considerando anche il contesto generale in cui si disputano le partite di calcio oggigiorno, tra riprese tv e ben 4 arbitri in campo, non si dovrebbero verificare.

Per sdrammatizzare, vogliamo ricordare il grande, immenso, Diego Armando Maradona, che realizzo’ un gol di mano contro l’Inghilterra ai Mondiali del 1986. Un gol rimasto alla storia come: la mano de Dios’.

Nel 2021 un gol del genere non sarebbe mai stato convalidato. Di questo ne siamo piu’ che certi. Troppi occhi puntati addosso, comprese quelle delle tv e dei VAR.

Le prove tv di quanto acccaduto oggi sono chiare e ben visibili a tutti. Le stesse prove tv che condannarono Favarin a 5 mesi di squalifica.

Attendiamo, dunque, le giuste decisioni in merito da parte del Giudice sportivo.

www.Tifolucchese.com - Riproduzione Riservata

Url breve: http://www.tifolucchese.com/?p=28239

Pubblicato da il Nov 28 2021. Inserito nella categoria Tuttolucchese. Puoi seguire le relative risposte tramite RSS 2.0. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

4 Commenti per “Brutto episodio al termine di Pescara-Lucchese. Il difensore Giuseppe Rizzo rischia una lunga squalifica”

  1. Non sappiamo il perché ma in TV è stato molto chiaro. Il cronista ha parlato di botte fra Brandi e Ferrari e l’ ammucchiata fra giocatori e panchine, davanti a quella della lucchese faceva pensare ad un ulteriore episodio,oltre a quello ai danni Bellich, chiaramente visto in TV.

  2. Ma guardate che un carrellino rosso è sventolato dopo il triplice fischio, non l’hanno detto i commentatori di Eleven sport ma non ho dubbi, non credo ci sia bisogno di invocare la prova tv

    • Daniele, il cartellino rosso lo ha estratto, ma il giudice sportivo che deve decidere, a cose normali, si basa sul referto dell’arbitro a prescindere. In questo caso, come con Favarin, ci sono le riprese tv e la cosa cambia nella valutazione finale di chi dovra’ decidere. Nessuna invocazione…Tutto qui. Nessuno invoca nulla. Ma un referto arbitrale e’ una cosa, i filmati sono altra. Aggiungo. Quanto accaduto si e’ verificato dopo il triplice fischio, dunque alla fine della partita. Se il giocatore della Lucchese volesse intraprendere una causa per aggressione, la Lucchese e il Pescara sarebbero ritenute estranee ai fatti, verificatosi dopo il triplice fischio. La ns considerazione era semplicemente legata al fatto che quanto accaduto si e’ verificato sotto gli occhi di tutti, non solo dell’arbitro che ha estratto il rosso. Cordiali saluti.

      • Pensavo solo che non aveste notato il cartellino rosso estratto dall’arbitro, come non ci aveva fatto caso il telecronista dalla tribuna. Tutto lì, non c’era nessun intento polemico.

Scrivi una replica

Nuova pagina 1

Commenti recenti

  • Lucchese-Imolese 3-3, tabellino (31)
    • Luca: Incitare si. Ma le cose che non vanno proprio non si può sempre far finta di nulla e di non vederle.
    • Livio: Primo: i giocatori sono professionisti e pertanto non vedo lo scandalo se vogliono andare dove guadagnano di...
    • Alessio: Per tante cose caro Mario hai ragione è il primo anno da anni e anni di improvvisazione che si prova almeno...
    • Mario51: Caro Ciko99 questo sito si chiama “tifo lucchese” e pertanto chi vi partecipa dovrebbe solo...
    • Alessandro77: cari dirigenti, grazie per tutto quello che avete fatto fino ad oggi, ma ieri mi sono incazzato di...